Fossato del castello, sul degrado Briguglio attacca Bottaro: «Troppa inerzia, così Trani turistica muore»

Lo avevamo già scritto in un precedente articolo: il fossato del Castello di Trani verte in una situazione di degrado. In quel nostro “viaggio” lungo la cinta muraria del castello avevamo descritto infatti una situazione incresciosa che riguarda direttamente l’amministrazione comunale. È infatti il Comune di Trani proprietario di quella zona.


In una intervista il sindaco, Amedeo Bottaro, ci aveva detto: «Stavamo già lavorando in direzione della sigla di un protocollo d'intesa, con la direzione del Polo museale della Puglia, che preveda un utilizzo, e quindi gestione del fossato da parte dello Stato. L'accordo prevedrà lavori di ristrutturazione, finanziati dal Ministero, che interesseranno anche il fossato rendendo fruibile ad una sua concreta l'utilizzazione. Inoltre, il progetto prevede di realizzare un ponte che consenta l'accesso al castello da via Maiorano, ripristinando quello storico, dal cortile ovest, dell'epoca medievale».


Ed oggi è il consigliere comunale Domenico Briguglio, di maggioranza, in forze a “Centro democratico” a scrivere in una nota stampa: «Ho personalmente accompagnato nella splendida Trani docenti di rilievo internazionale, insegnanti di corsi nei Master all’Università di Bari, affascinati dalle bellezze del territorio e dalle opere museali: cattedrale, palazzo Beltrani, palazzo Telesio, il quartiere ebraico ed il castello svevo.


Abbiamo mostrato ai visitatori il monumento. L’accogliente guida turistica ha spiegato le funzioni del fossato che nel 1200, con i rivellini di controllo e il ponte levatoio, era invaso di acqua di mare e non quale attualmente destinato, ad una giungla di immondizia. Il fossato è ormai diventato un ricettacolo di topi e su questo non hanno competenza né il Ministero dei beni culturali né il Polo museale della Puglia, ma il sindaco di Trani.


Quello spazio è custodito dall’amministrazione comunale, la stessa che è stata esortata più volte ad intervenire per ripulire il fossato, oltre che smaltire le palme colpite da punteruolo rosso. Da quando si è insediata questa amministrazione comunale, il fossato e le strade limitrofe risultano essere in totale abbandono.


È evidente che l’oratore ha additato ed invitato me, quale rappresentante nell’assise comunale, che aveva portato il gruppo di docenti internazionali, ad intervenire, ponendo fine all’increscioso e vergognoso persistere del degrado nell’area, che fa vergognare tutti i tranesi.


Giunti nei due saloni che si affacciano sul mare e nella parte retrostante il maniero federiciano, abbiamo trovato una ulteriore discarica a cielo aperto, una struttura fatiscente, abbandonata e contenitore probabilmente anche di resti di amianto, accanto alla zona parcheggio utilizzata sia dei frequentatori del Tribunale sia dei turisti che visitano ogni anno la nostra città.


Nel fossato vi sono un centinaio di faretti con un impianto di illuminazione che alla comunità è costato qualche milione di euro, ma che come ben ha fatto notare la giuda turistica, risulta essere spento e mai stato acceso dalle amministrazioni comunali.  


Dunque l'intervento di pulizia deve essere assolutamente effettuato, magari anche accompagnato da iniziative repressive che individuino, sanzionandoli, i responsabili dello scempio. Il castello è quotidianamente meta di centinaia di turisti ed il suo decoro è condizione imprescindibile per la sua valorizzazione turistica. 


A Trani si parla di turismo come volano dello sviluppo cittadino per la creazione di posti di lavoro, ma se presentiamo la città in queste condizioni dimostriamo di essere incapaci di custodire il nostro patrimonio storico.


Mi dissocio da questa inerzia dell’amministrazione comunale, e presenterò una nota scritta in Consiglio comunale chiedendo spiegazioni in merito».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' RealSuole

Notizie del giorno

Matinelle, l'Ufficio tecnico di Trani ordina la rimozione di altre strutture amovibili Dormitorio di Trani, benedizione il 30 agosto. Pagato con i soldi della Chiesa, sarà gestito dall’associazione Promozione sociale e solidarietà Trigesimo di Pichierri, il programma delle manifestazioni per ricordarlo. Il 30 agosto avrebbe celebrato i cinquanta anni di sacerdozio Terremoto ad Ischia, Tolomeo (Pd): «Trani è vicina al popolo dell'isola» “Basta vittime della strada”: a Trani una delegazione da Rieti per promuovere la sicurezza stradale Vigor Trani, due amichevoli questa settimana. Nessuna novità di mercato Volley femminile serie C, ecco lo staff tecnico dell'Adriatica Trani. Lunedì prossimo inizio della preparazione precampionato «Mercato di Trani a rischio sicurezza»: la denuncia di Montaruli (Unibat) Fuori museo, martedì prossimo Fiorella Mannoia in concerto a Trani La Puma, Pillera, Piccolo e Larato: anche quattro autori di Trani a «Libri nel borgo antico» Stasera "Estarte 2", a cura degli Studenti democratici di Trani "Intagli di luce": le creazioni di Marida Sannito e Silverio Allocca alla Lega navale di Trani fino ad oggi Trani, per la decima edizione di «Raccontando sotto le stelle» prossimo appuntamento domani Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana A Trani, sabato prossimo, la terza edizione della "Cena in bianco". È già possibile prenotarsi Punto Iat: sabato prossimo inaugurazione della mostra "Trani nell'arte", domenica lezione di pilates «Sabato di Trani»: il 26 agosto ultimo appuntamento con le visite guidate a cura della Pro loco "Dialoghi di Trani", domenica 27 agosto presentazione del volume "Antologia d'Europa: Puglia" “Trani di scena”, prossimo appuntamento il 28 agosto Al centro Jobel di Trani martedì prossimo "Gran varietà" Mercoledì 30 agosto, a Trani, disinfestazione Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Uffici demografici del Comune di Trani, diminuite le ore di lavoro fino al 31 agosto Lo sport di Trani torna a riunirsi del «Cast day»: appuntamento il 2 e 3 settembre Trani, grosso pezzo di balcone cade in strada in via Mario Pagano: non passava nessuno Terremoto ad Ischia, nell'isola 300 persone si chiamano Trani. La storia del «quasi» gemellaggio del 2004 "Top chef Italia", tra i sedici concorrenti anche uno di Trani: Michele Elia Da Trani al «Festival del cabaret»: Alex gareggia con i «normali» e sfiora la vittoria Casa Bovio occupata, dal Pd di Trani Laurora rompe gli indugi: «Sgomberare, senza se e senza ma» Trani, all'Amet tutti in coda per pagare. Mazzilli: «La nuova fatturazione sta andando a regime, presto i disagi termineranno» Trani, i volontari della Lega nazionale della difesa del cane sono al collasso e chiedono aiuto Fortitudo Trani, Corvino: «Abbiamo motivazioni altissime, proveremo a centrare i playoff»
PUBBLICITA' Antiche Arcate