Scacco agli estorsori a Trani: Di Feo ai domiciliari, ma gli altri arrestati del secondo filone restano tutti in carcere

Michele Di Feo, uno dei sette arrestati nel secondo filone nell'inchiesta sulle estorsioni a Trani, condotto da carabinieri di Bari e locale Procura della Repubblica, da ieri è agli arresti domiciliari. Infatti, il Tribunale del riesame ha accolto la richiesta di attenuazione della misura cautelare proposta dal suo difensore, Claudio Papagno.


Le motivazioni saranno rese note in trenta giorni ma, sostanzialmente, è stata esclusa l'aggravante mafiosa per la quale, invece gli altri sei arrestati restano tutti in carcere.


A Di Feo viene contestata la partecipazione ad un'estorsione ai danni di un locale della movida, presso il quale viene accusato di essersi recato, per conto del capo della banda, Vito Corda, a richiedere bottiglie di prosecco mai pagate.


Dalla ricostruzione del riesame si sarebbe accertato che le responsabilità più gravi, con riferimento a quello specifico capo d'accusa, siano attribuibili a Corda ed al suo braccio destro più fidato, l'albanese Ilir Gishti. La posizione di Di Feo sarebbe meno rilevante.


I primi sette arresti erano avvenuti il 2 febbraio, i successivi il 25 marzo. Di Feo ha fatto parte esclusivamente del secondo filone, come pure Armando Presta ed i fratelli Nicola e Pasquale Pecorella. In carcere dal primo blitz, invece, sono Corda, Gishti e Pasquale Pignataro.


Gli indagati dovranno rispondere, a vario titolo, di estorsione in concorso, continuata ed aggravata dalla metodologia mafiosa con l’aggravante, per due di essi, di avere commesso i fatti in un caso mentre era soggetto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, in un altro per avere commesso i fatti nel triennio successivo alla decadenza della medesima misura di prevenzione.


Sono indagati anche Massimo Fiore (43) e Salvatore Fiore (35). Quest'ultimo è il collaboratore di giustizia le cui rivelazioni hanno permesso di definire la seconda fase dell'indagine.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Gallo

Notizie del giorno

Carlo avrà la protesi speciale di cui ha bisogno: l'Asl Bt assicurerà al ragazzo di Trani una qualità di vita migliore Manifestazioni a Trani ed effetti collaterali: le auto ritornano "su" piazza Gradenigo Estate di Trani, ecco altri eventi con patrocinio comunale gratuito. Tra questi, “Calice di san Lorenzo” e un nuovo festival del cibo di strada Trani, proiettili in via Superga verso lo stesso fabbricato del tentato omicidio del 22 febbraio È in edicola il nuovo numero de “Il giornale di Trani”: «Beffa» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per due mesi: da oggi, Angelo Piccolo "Novantanove borghi, racconto di Puglia": oggi giornata dedicata a Trani VIDEO. La Madonna di Fatima pellegrina a Trani fino d oggi: è ospite dello Spirito Santo Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Palazzo Beltrani, orario continuato nel weekend. Da martedì prossimo, corsi di disegno Martedì prossimo a Trani il "Salotto del risparmio Helvetia" Servizio civile: l’Oasi 2 di Corato, Trani e Bisceglie cerca 5 volontari. Domande entro il 26 giugno Venerdì 30 giugno a Trani convegno sul tema "L'eredità di Giovanni Bovio" Biblioteca di Trani, tutti i progetti estivi per i più piccoli Trani sportiva è in lutto: addio a Santino Barbato. Volò in B con la Polisportiva e allenò la leggendaria squadra femminile Trani, la poesia scende in strada: i versi di Daniele Marrone sui pali della città “DigithON” 2017, da Trani anche “IsApp” Dialoghi di Trani, trentotto le opere in gara al premio Fondazione Megamark. Il 14 luglio i nomi dei finalisti Infopoint, più di un milione di euro dalla Regione per investirvi. Per Lima (Fdi), «opportunità per lo Iat di Trani» Avvocati in difficoltà economiche, anche l’Ordine di Trani aderisce a WeAvv: oltre 800.000 euro per la conciliazione “vita-lavoro”
PUBBLICITA' Woodcenter