Velobox, per Barresi (Più Trani) sono una bufala: «Zero multe fatte, e sono pure illegittimi»

La sottoscritta Anna Maria Barresi in qualità di Consigliera Comunale, fa presente che in primis, è necessario esaminare la normativa che consentirebbe di posizionare postazioni fisse (come i velobox arancioni presenti in Via Falcone) per rilevare la velocità senza che sia obbligatoria la presenza dei verbalizzanti.


Parliamo in questo caso del D.L. 20-6-2002 n. 121 Disposizioni urgenti per garantire la sicurezza nella circolazione stradale, Pubblicato nella Gazz. Uff. del 21 giugno 2002, n. 144, convertito in legge 1° agosto 2002, n. 168, all’articolo 4, laddove si prevede che “Sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali di cui all'articolo 2, comma 2, lettere A e B, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, gli organi di polizia stradale di cui all'articolo 12, comma 1, del medesimo decreto legislativo, secondo le direttive fornite dal Ministero dell'interno, sentito il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, possono utilizzare o installare dispositivi o mezzi tecnici di controllo del traffico, di cui viene data informazione agli automobilisti, finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni alle norme di comportamento di cui agli articoli 142, 148 e 176 dello stesso decreto legislativo, e successive modificazioni. I predetti dispositivi o mezzi tecnici di controllo possono essere altresì utilizzati o installati sulle strade di cui all'articolo 2, comma 2, lettere C e D, del citato decreto legislativo, ovvero su singoli tratti di esse, individuati con apposito decreto del prefetto ai sensi del comma 2”. L’articolo 2 comma 2 lettera C tratta delle strade extraurbane secondarie. L’articolo 2 comma 2 lettera D tratta invece delle strade urbane di scorrimento.


È chiaro, a questo punto, che in centro abitato l’installazione di postazioni fisse per il controllo della velocità è possibile solo nelle “strade urbane di scorrimento”. Vediamo nello specifico quali sono.


Spesso, nel linguaggio corrente, si utilizzano terminologie diverse da quelle “di Legge” e si finisce per confondere le “strade urbane di scorrimento” con la “strada principale del centro abitato”. Niente di più sbagliato.


Strada urbana di scorrimento, così come definita dall’articolo 2 comma 3 punto D del vigente cds è una “strada a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia, ed una eventuale corsia riservata ai mezzi pubblici, banchina pavimentata a destra e marciapiedi, con le eventuali intersezioni a raso semaforizzate; per la sosta sono previste apposite aree o fasce laterali esterne alla carreggiata, entrambe con immissioni ed uscite concentrate”.


La conseguenza è che solamente quelle con le caratteristiche appena descritte, in centro abitato, possono vedere l’installazione delle postazioni per il controllo della velocità senza presenza dei verbalizzanti.


Non è infrequente vedere postazioni in centro abitato, ma queste sono irregolari.


A volte sono frutto di interpretazioni errate, conseguenti all’equivoco fra la possibilità di mancata contestazione ed il posizionamento dell’installazione stessa.


In questo caso, quindi, pur consapevoli dell’impossibilità di posizionare ed utilizzare la postazione in centro abitato, l’hanno comunque installata su Via Giovanni Falcone confidando/sperando nell’effetto “placebo” dell’utente della strada che, intimorito dalla sua presenza è indotto comunque a rallentare.


Ne consegue però che l'impiego per fini non sanzionatori non risulta coerente con la Circolare del Ministero dell'Interno prot. 300/A/10307/09/144/5/20/3 del 14.08.2009, "Direttiva per garantire un'azione coordinata di prevenzione e contrasto dell'eccesso di velocità sulle strade". Giova considerare, al riguardo, che l'eventuale rilevazione di violazioni del limite di velocità, senza la conseguente applicazione delle relative sanzioni ai sensi dell'art. 142 cc. 8, 9 e 9-bis del Codice, potrebbe configurare l'omissione di atti d'ufficio, mentre l'acquisizione di dispositivi non previsti dalle vigenti norme, e non finalizzati all'accertamento delle violazioni, potrebbe concretizzarsi nell'ipotesi di danno erariale.


Qualora i manufatti in argomento vengano utilizzati come meri contenitori di misuratori di velocità debitamente approvati, si rappresenta che, se installati in centro abitato, essi devono essere presidiati dagli organi di polizia, in quanto allo stato attuale e come sono ubicati in Via Falcone a seguito della normativa il rilevamento a distanza delle violazioni del limite di velocità non è consentito in ambito urbano.


La loro collocazione in centro abitato, ove sono utilizzabili solamente come contenitore di autovelox o similare con la presenza di pattuglia, può configurare responsabilità per distrazione nell’ipotesi di incidenti e, in considerazione delle risorse impiegate, danno erariale trattandosi di attrezzatura classificabile solo come arredo urbano e non, invece, come segnaletica o complemento di segnaletica.


Un consiglio nell’esaminare il DUP 2017-2019 approvato con la delibera n.50 del 21/3/2017 (assenti gli assessori Bologna e de Michele) ho letto quanto segue “considerata l’ottima risposta in termini di sicurezza stradale derivante dall’installazione di velo box in aree periferiche della città,, il sistema sarà implementato coinvolgendo altre due zone non centrali della città con l’installazione di ulteriori velo box”.


Alla luce di quanto sopra evidenziato e suggerito, sarebbe saggio evitare di acquistare altri velobox, ( si è pensato di volerli collocare su Via Martiri di via Palermo e Via Superga) ma soprattutto spendere soldi pubblici per continuare a mantenere degli strumenti a cui non viene dato seguito a nessuna repressione, evitiamo di far ricadere i costi sui cittadini, altrimenti il tutto rischia di diventare assurdo, paradossale e contro le attuali norme e Leggi.


Per dovere di informazione si precisa che attualmente sono state elevate zero multe e sanzionate zero contravventori.


Anna Maria Barresi -- Consigliera Comunale Più Trani

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

Studenti teppisti in visita alla cattedrale di Trani: rotto il servoscala per l'accesso delle carrozzine in basilica Auto su centralina e corto circuito: Trani, semafori in tilt da giorni in due incroci super trafficati Trani, sempre più bus in avaria: l'ultimo si pianta in pieno incrocio. Intanto, Amet cambia manutentore Tanti indizi diventano una prova: Raffaella Merra esce da Direzione Italia Trani e diventa indipendente Vigili urbani di Trani appena assunti ancora senza stipendio, Tomasicchio: «Continuano i pasticci di Bottaro» Giro d'Italia e pericoli, da martedì prossimo i lavori sul basolato del corso: Comune di Trani verso l'affidamento d'urgenza Giro d'Italia, la Prefettura di Barletta-Andria-Trani garantirà la massima sicurezza della carovana Trani, sito del Comune nuovamente online Primarie del Pd, si vota domenica a San Luigi. Cinque candidati di Trani corrono nella Bat, un sesto a Cosenza. Ed anche il sito cittadino del partito è offline Trani, contributi libri di testo: si inizia a pagare dal 4 maggio. Il calendario Settantaquattro anni fa la “pasquetta di sangue”. Domenica Sonatore: «Trani non deve dimenticare» Trani, due auto a fuoco nella notte in via Venezia. Cause da accertare Playout a Novoli, solo 100 biglietti per i tifosi tranesi. La Vigor scrive in federazione Basket promozione: questa sera in campo la Juve Trani contro la Domiti Taranto Fitti attivi, il Comune di Trani fa ordine fra i crediti: entreranno 544mila euro. Dei passivi, rimasti solo due: 131mila euro l'anno Immobili di Trani da alienare, nel Piano approvato poche novità. Bottaro: «Gli abusivi? Andranno via» Immobili di Trani da valorizzare, l'incredibile intreccio fra capannoni Ruggia e strettoia di via Duchessa d'Andria. Amet e Amiu, di chi la proprietà delle sedi? Ex convento Agostiniani, da cinquant'anni chiuso ed in attesa di destinazione. Le polemiche e la replica del sindaco di Trani Nasce a Trani “AuseRosa”: l’annuncio nel corso della presentazione del libro “Un granello di colpa”, a villa Guastamacchia Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Oggi a Bisceglie proiezione del documentario "Milano, Via Padova", in collaborazione con il "Dino Risi" di Trani Gestione di emergenze e politraumatizzati, oggi e domani un convegno dell'Asl Bt al Polo museale di Trani Trani, "Scritture il-legali":oggi "Mafia caporale" Associazione Arsensum di Trani, oggi la presentazione del libro "Nudoamore" Da detenuti a pastai: al carcere di Trani Granoro insegna il mestiere a dieci reclusi. Domani la presentazione Domani a Trani il Patto federativo tra le liste civiche di centrodestra Domani, al "Dino Risi jazz corner" di Trani, concerto "Alle origini del jazz" Domani, nella biblioteca di Trani, presentazione del libro "Consigli pratici per uccidere mia suocera" Tecniche di invenzione e scrittura, da domani un corso di tre giorni al Polo museale di Trani Consulenza notarile gratuita al Comune di Trani: prossimo appuntamento il 4 maggio. Prenotazioni fino a domani Domenica prossima al santuario "Santa Maria di Colonna" di Trani "Ecce ancilla Domini" "La cura": è in edicola il nuovo numero de "Il giornale di Trani" Trani si prepara alla festa del Crocifisso di Colonna: quest'anno sarà venerato alla Madonna dell'Apparizione. Il programma completo Mese mariano, a Trani dal 9 al 14 maggio l'immagine sacra della Madonna Incoronata di Foggia Pulizia delle spiagge di Trani, aprono la nuova serie gli Studenti democratrici “Maggio dei libri” alla biblioteca “Bovio” di Trani: tutti gli appuntamenti per i più piccoli. Si parte il 2 con "I lupi che paura" “Maggio dei libri”, tutti gli eventi nella biblioteca “Bovio” di Trani. Si parte il 9 con Luca Bianchini Vivere e lavorare a Malta: meeting internazionale a Trani. Prenotazioni fino al 3 “Storie di paesaggio, tra la città e la campagna”: fino al 15 maggio, all’Archivio di Stato di Trani, mostra cartografica Trani, il nuovo procuratore è Antonino Di Maio. Si insedierà entro fine maggio Carabinieri di Trani in azione contro gli spacciatori: due in manette. Sequestrato oltre un chilo di marijuana Consiglio comunale di Trani, approvato il bilancio: la Tari, per quest'anno, non aumenterà Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari, il consiglio comunale di Trani dice «sì» Consiglio comunale di Trani, passa il piano delle opere pubbliche: con gli oneri di urbanizzazione, manutenzione di strade e scuole. Via la strettoia nel 2018 Consiglio Trani, in 18 approvano il Dup: i nomi. Ed il bilancio sembra già cosa fatta Consiglio Trani, la discussione sul Dup: sulle partecipate si deciderà in aula. M5s chiede referendum su Amet, Briguglio mette la prima firma su possibili dimissioni collettive Bilancio oggi in consiglio, il sindaco di Trani è fiducioso: «Emendamento da un milione per aumentare le entrate, faremo sintesi» Bilancio e prospettive, sulla giunta il sindaco di Trani non ha fretta: «Il problema è la comunicazione, non le visibilità» «Striscia» e «Loro chi»: metti una sera in tv con una «doppia Trani» tutta da dimenticare Villa Bini, il «risarcimento post antenna» è compiuto: il Comune di Trani ne cederà una porzione in uso alla parrocchia di San Giuseppe
PUBBLICITA' Globaloffice