Caso Villa Maggi e tutela del paesaggio di Trani, il Comitato bene comune invoca il monitoraggio anche dei beni privati

Non c'è stata campagna elettorale degli ultimi 30 anni in cui l'unica litania non sia stata la necessità di ampliare l'offerta storica e culturale per far sì che i visitatori della nostra città potessero sostare più di qualche  giorno e non fermarsi alla visita della sola cattedrale.


Non c'è stata campagna elettorale senza vigorosi appelli alle nostre radici e alla tranesità.


E sono sistematicamente trenta anni che le nostre istituzioni si giocano un pezzo pregiato della nostra storia.


Solo pochi giorni fa infatti si è dato l'avvio all'inizio dei lavori di demolizione di una parte della villa ottocentesca ubicata in via Di Vittorio.


Un altro  tassello di storia che la nostra città perde sull'altare della speculazione edilizia e che segue le già  tristi demolizioni dell'ex oleificio La Pietra, della vecchia fabbrica di campane Giustozzi e di Palazzo San Giorgio.


Il gioco è sempre lo stesso, non si interviene  per  manutenere gli immobili,  si aspetta che i cittadini si lamentino per il degrado o per eventuali occupazioni  abusive per "costringere" i proprietari a demolire il tutto, per l'immensa gioia dei conti correnti che verranno rimpinguati con la costruzione di nuovi edifici, visto che la zona è edificabile.


In pratica un suicidio culturale  collettivo, alimentato dall'ignoranza di pochi e dal silenzio della politica e delle istituzioni che impelagati nel mercato  delle postazioni e delle clientele non prestano attenzione alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio urbanistico di tutta la città, disattendendo di fatto l'articolo 9 della costituzione che sancisce la tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione.


E' vero che stiamo parlando di siti privati, è vero che con i continui tagli del governo centrale alle amministrazioni comunali non è facile, ma dalla politica ("vecchia" e "nuova"), visto anche il recente passato, ci aspettavamo almeno delle richieste di vincoli alla sovrintendenza preventivi e non a posteriori, proposte di permute con terreni o immobili pubblici, insomma opere di mediazione o elaborazioni intellettuali che cercano di salvaguardare capre e cavoli.


Visto l'ennesimo scempio crediamo sia necessario avviare da SUBITO il monitoraggio anche dei siti di interesse storico privato, magari in collaborazione con l' università e la sovraintendenza per iniziare un processo reale di tutela di tutto il patrimonio pubblico e privato.


Mentre in tutta Europa e in  altre città d'Italia si salvaguarda il patrimonio trasformandolo in musei e luoghi di aggregazione culturale, spesso anche ad opera di privati, noi siamo la città che nel silenzio generale trasformiamo castelli in sale ricevimenti,  chiese in  pub e radiamo al suolo esempi di archeologia industriale e dimore storiche.


Che dire, nel mentre qualcuno della maggioranza si preoccupa di invasioni indesiderate via mare, e qualcuno dell'opposizione del numero di migranti presenti, pochi tranesi si giocano il patrimonio storico della nostra città nell'indifferenza più assoluta dei tanti.


Impegniamoci tutti affinché anche a Trani torni in vigore l'articolo 9 della Costituzione.


Vincenzo Ferreri – Enzo Scaringi - Comitato Bene Comune Trani

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Antiche Arcate

Notizie del giorno

Noi con Salvini denuncia: "Frutta marcia alla Beltrani". La replica: "Strato di muffa in due sole confezioni, ma il resto era perfetto" Discarica di Trani, l'assessore di Gregorio replica al comitato: "Chiuderà e basta, il resto è solo odio personale" Discarica di Trani, il Comitato bene comune "stana" amministrazione ed Amiu: "Realizzeranno un nuovo lotto e la riapriranno" Furto sventato alla Petronelli, il dirigente ringrazia il Commissariato di Trani: "Bel segnale di sicurezza e legalità" A Trani la 12ma edizione della festa provinciale "A cielo aperto - Sportivamente calciando" L’esperimento letterario “8 corde tese” presentato a Trani. Tra i protagonisti, anche Pasquale Tritta Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Festa dei musei, a Trani oltre mille visitatori al Polo museale: prorogata fino ad oggi l'installazione «Writer's block» Anche quest’anno Legambiente Trani aderisce a “Spiagge e fondali puliti”: oggi in zona Boccadoro Il calcio in una storia, l’Ursus Trani racconta Vincenzo Povia. Appuntamento finale oggi Trani, il programma della festa liturgica di san Nicola Pellegrino “Maggio dei libri”: oggi, al Polo museale, Francesco Giorgino Calcio a 5, oggi Trani si gioca il titolo regionale a Taranto: obiettivo, le finali nazionali di Montecatini Terme Consulenza notarile gratuita al Comune di Trani: prossimo appuntamento il primo giugno. Prenotazioni fino a lunedì prossimo Pietra di Trani, martedì prossimo convegno a san Luigi con presentazione del libro di Francesco Pagano “Maggio dei libri” alla biblioteca “Bovio” di Trani: tutti gli appuntamenti per i più piccoli. Il prossimo, martedì Final four regionale under 15 silver maschile presso il PalaAssi il 30 e il 31 maggio. Ci sarà la Juve Trani Mercoledì prossimo, al Palazzo Tupputi di Bisceglie, il poeta di Trani Davide Uria presenta "Trame d'assenza" A Trani giovedì prossimo incontro commemorativo di Monsignor Vincenzo Franco nel centenario della nascita «Sulle strade della pugliesità Doc»: a Trani, il 2 giugno, sfilata ed esposizione di auto d’epoca Juve-Real Madrid, a Trani videoproiezione in piazza Quercia È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Assaliti» Villa di Trani, ecco il nuovo parco giochi con area fitness: consegnato alla civiltà dei cittadini Conferimenti fuori orario, la Polizia locale di Trani ancora in azione: sanzionato anche un centro di analisi cliniche A fuoco i vecchi uffici dell'ex sciala De Simone: il sindaco di Trani potrebbe emanare un'ordinanza di messa in sicurezza Sportello malattie rare a Trani: due anni di attività e iniziative di rilancio L’impresa si fa sempre più «rete»: siglato un protocollo tra l’Ordine dei commercialisti di Trani e l’Assoreti Pmi L’Associazione mazziniana italiana di Piombino sostiene il Premio nazionale Giovanni Bovio
PUBBLICITA' Antiche Arcate