Caso Villa Maggi, di Trani a capo la prima segnalazione sulla ruspa in azione. Procacci «E non ci fermeremo qui»

La verità sapete qual è? La verità è che Trani è un far west, perché chi deve controllare non controlla. E a volte persino volutamente, scientificamente, come in diversi casi che abbiamo denunciato negli ultimi due anni, da quando cioè siamo scesi in campo.


La demolizione di Villa Maggi, di cui tutti oggi si scandalizzano, rientra nella casistica del far west tranese. La colpa è di un Comune totalmente assente. Se qualcuno controllasse, certa gente non si prenderebbe certe libertà.


Sapete perché oggi non stiamo parlando della demolizione totale della villa, ma solo di una parte, e perché i lavori sono stati bloccati? Perché al Comune c'è chi dorme e non ascolta le voci della città, Trani a capo no. Trani a capo è tra la gente e con la gente. Trani a capo ascolta e interviene, non chiude gli occhi e non si tappa le orecchie.


Venerdì scorso ci è arrivata una segnalazione: "Stanno demolendo Villa Maggi"! Ma noi sapevamo benissimo, perché l'avevamo letta, che c'era un'ordinanza che prevedeva solo la messa in sicurezza della villa e non la demolizione. La nostra Consigliera Maria Grazia Cinquepalmi si è recata sul posto e su suggerimento del nostro portavoce Antonio Procacci ha subito chiamato il comandante della Polizia Municipale (che potrà confermare), chiedendo un intervento del nucleo di polizia edilizia. Cosa che è prontamente avvenuta (e ne diamo atto al Comandante). 


Non solo: abbiamo anche fatto in modo che il dirigente fosse avvertito. Nella stessa mattinata abbiamo avvertito la Soprintendenza, da cui successivamente abbiamo appreso che nei confronti di Villa Maggi, "allo stato attuale, per quanto conservato e versato nell'archivio vincoli, non risultano provvedimenti di tutela monumentale di competenza della Soprintendenza". La Villa, dunque, non è tutelata, ma resta il fatto che il Comune non ha mai autorizzato la sua demolizione e se Trani a capo non fosse intervenuta, oggi di Villa Maggi, probabilmente, non sarebbe rimasta in piedi neanche la metà (come da immagine pubblicata oggi dalla Gazzetta). Come diciamo sempre, i privati possono fare quello che vogliono, ma sempre rispettando le regole.


Perché rendiamo noti questi passaggi solo oggi? Perché prendiamo atto che nessuno al Comune ha avuto l'onestà intellettuale di raccontare come sono andate le cose e di ringraziare Trani a capo per la segnalazione. E perché, al contrario di quello che qualcuno vuol far credere, Trani a capo le cose prima le fa e poi le dice. Non facciamo le cose per avere visibilità, ma facciamo le cose nell'interesse della città e sempre dopo aver letto le carte.


Poi sì, le raccontiamo, le rendiamo note, perché è giusto che i cittadini sappiano (cosa che i potenti e i prepotenti non gradiscono). Prendete, ad esempio, la vicenda dei velobox: abbiamo in mano delle carte scottanti, ma non le abbiamo ancora rese note perché stiamo preparando un esposto alla Procura della Corte dei Conti. C'è chi lancia il sassolino e poi nasconde la mano. Noi scagliamo macigni e ce ne assumiamo tutte le responsabilità: che volete farci, siamo fatti così. Vedi il caso Le Lampare: presto ne sentirete delle belle. Tutto a tempo debito.


Antonio Procacci (portavoce Trani a capo)

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Angiolillo

Notizie del giorno

Vigor Trani, tesserati Cantatore, Rizzi e Guadagno. Peparazione al via il 31 luglio Da salotto a discarica: Trani, palazzo Galleria e i problemi irrisolti della differenziata Villa comunale di Trani, parla uno dei cittadini "intrappolati": «Cancelli chiusi alle 23.55, per scelta del vigilante» Venerdì prossimo nuovo consiglio comunale, tra i punti all'ordine del giorno regolamento sulle benemerenze e su palazzo Beltrani Confermato, il Comune di Trani sarà sui «social»: già definite le regole che gli utenti dovranno rispettare Miss Italia, per la tappa di Trani si è affermata la 21enne Daiana Decemvirale Al Giullare trionfano Reggio Calabria e le emozioni di una bellissima serata finale. E Trani si conferma «contro ogni barriera» «Trani città dei festival», la rivelazione di Bottaro al Giullare: «Aspettiamo dalla Regione un finanziamento per le nostre manifestazioni più meritevoli» VIDEO. Festa di Sant'Anna, i bersaglieri di Fragagnano attraversano ed allietano Trani Trani religiosa, i solenni festeggiamenti in onore di sant'Anna. Il programma Lega Navale Trani, i risultati della diciassettesima edizione della Natalonga Fuori museo, ormai ci siamo: sabato prossimo, a Trani, c'è Raphael Gualazzi Torna a Trani Matthew Lee: oggi, alla Lega navale, in favore dell'Ail Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Trani, si avvia alla conclusione l'Anno giubilare della confraternita di San Giuseppe. Gli appuntamenti Estate di Trani, definito il programma delle mostre allo chalet: fino al 30 luglio, Marianna Schiaroli e Michele Palella Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per l'estate: fino a domani, Giorgio Galli ed Emilio Rumma «Intagli di luce»: Marida Sannito e Silverio Allocca, da giovedì prossimo, espongono a Trani Venerdì prossimo a Trani Concetto Vecchio con il suo libro-inchiesta sulla morte di Giorgiana Masi Trani, a Santa Geffa la rassegna teatrale “Racconti tra gli ulivi”. Sei appuntamenti, si parte venerdì 28 luglio Teatro d'estate a Trani, che passione: dal 28 luglio, via alla 10ma edizione di «Raccontando sotto le stelle» A Palazzo della Marra la donna nell'arte contemporanea: da Trani espongono Del Vecchio, Scaringi e Schiaroli Arriva il «sabato di Trani»: per altre cinque settimane consecutive, visite guidate a cura della Pro loco Il mare di Vernon W. Jones «bagna» anche Trani: fino al 30 luglio, i suoi quadri da Arsensum «Mafia, mafiosità e antimafia»: Oliveri del Castillo parla di tutto, ma dribbla la Procura di Trani: «Spiacente, niente gossip» Vigor Trani, primi due acquisti: in biancoazzurro Lavopa e Valido Festa patronale di Trani «povera»? Ne approfittano i truffatori chiedendo presunte offerte: il comitato invita a denunciarli Al Primo circolo di Trani due Lim in dono: il dirigente ringrazia Canapè
PUBBLICITA' Globaloffice