Anniversario della morte dello storico di Trani Benedetto Ronchi: il ricordo del suo alunno Mario Schiralli

Ventisette anni fa, il 19 maggio 1990, un male crudele e inesorabile sottrasse alla sua famiglia e al mondo della cultura tranese il dottor Benedetto Ronchi, Direttore della Biblioteca “G. Bovio” prima e del Museo Diocesano, poi. 


A ventisette anni di distanza il suo ricordo è ancora vivo in me che ho avuto il privilegio non solo di condividere con lui quattordici anni di lavoro, prima di succedergli alla guida della “Bovio”, ma di acquisire, grazie ai suoi insegnamenti, la passione per gli studi trasmessami attraverso il suo sapere sul patrimonio artistico-storico-culturale della sua Trani, frutto di anni di studio condotti con scrupolosa meticolosità.


Benedetto Ronchi è stato un un Maestro ed anche un Amico. Da lui ho imparato anche e soprattutto a nutrire il massimo rispetto verso gli studiosi, verso coloro che, come lui, non si sono mai fermati alla prima citazione. L’esperienza per me più gratificante, a parte quella di lavorare a fianco del dottor Ronchi (per me è stato e sarà sempre il “dottor Ronchi”, per quel senso di deferente rispetto che gli ho sempre portato in vita, affascinato dalla sua cultura e grandezza d’animo, e che conservo integri nel suo ricordo, nonostante più volte mi abbia invitato ad abbattere la barriera del titolo in virtù della reciproca, sincera amicizia che mi legava a lui e alla sua adorata famiglia) e di aver condiviso con lui la gioia per le sue pubblicazioni, è stata quella di poter redigere con lui il volume “Ottant’anni di storia dell’Amet”. Oltre al grande privilegio di poter apporre la mia firma accanto alla sua, ho potuto dimostrargli, con non celato orgoglio, ricevendo in cambio il suo plauso, di aver saputo fare tesoro dei suoi preziosi insegnamenti.


Qualche mese prima di essere strappato all’affetto dei suoi cari e al mondo della cultura tranese, del quale ancora oggi costituisce un preciso punto di riferimento, Benedetto Ronchi aveva maturato il proposito di compendiare tutti il suo sapere sul patrimonio artistico-storico-culturale in una “Guida di Trani”.


I suoi appunti, una decina di cartelle in tutto, scritte a mano di getto, così come era sua abitudine, ma con consolidata precisione, senza mai una cancellatura, mi furono affidati, dopo la sua scomparsa, da suo figlio Franco, amico fraterno, affinché completassi il lavoro di suo padre.


Feci tesoro di quelle carte che trascrissi integralmente nelle pagine iniziali di una mia pubblicazione, insieme a due brevi suoi contributi sull’Accademia dei Pellegrini e sulle tradizioni giudiziarie di Trani.  Trani ricorda il suo nome nella toponomastica cittadina ed avendogli intitolato una sala della biblioteca.


Non mi stancherò mai di ringraziare Franco e sua sorella Annamaria per la loro attestazione di stima nei miei confronti anche perché il lavoro portato a termine da me ha inteso rendere omaggio a Benedetto Ronchi, l’illustre studioso e Maestro, che da par suo, ha saputo restituire a Trani quella dignità conferitale dalla storia e dall’arte, meritandosi a pieno tutolo un posto tra i Grandi di sempre di questa città.


Mario Schiralli - giornalista e storico

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Barbayanne

Notizie del giorno

Villa comunale di Trani, trenta persone ignorano la sirena e vi restano intrappolate come chi segna in fuorigioco: «Non abbiamo sentito» Trani pronta ad incoronare questa sera i vincitori del Giullare 2017. Ospiti d'onore, le ballerine Nicoletta e Silvia Fuori museo, ormai ci siamo: sabato prossimo, a Trani, c'è Raphael Gualazzi «Mafia, mafiosità e antimafia»: Oliveri del Castillo parla di tutto, ma dribbla la Procura di Trani: «Spiacente, niente gossip» Estate di Trani, definito il programma delle mostre allo chalet: da oggi, Marianna Schiaroli e Michele Palella Vigor Trani, primi due acquisti: in biancoazzurro Lavopa e Valido Trani religiosa, i solenni festeggiamenti in onore di sant'Anna. Il programma Donazione sangue, la Fidas di Trani si mobilità per le feste religiose: raccolta straordinaria oggi Oggi Miss Italia sarà a Trani: serata «da concorso», niente New Jersey Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Torna a Trani Matthew Lee: domani, alla Lega navale, in favore dell'Ail Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per l'estate: fino al 25 luglio, Giorgio Galli ed Emilio Rumma Il mare di Vernon W. Jones «bagna» anche Trani: fino al 30 luglio, i suoi quadri da Arsensum «Intagli di luce»: Marida Sannito e Silverio Allocca, da giovedì prossimo, espongono a Trani Trani, a Santa Geffa la rassegna teatrale “Racconti tra gli ulivi”. Sei appuntamenti, si parte venerdì 28 luglio Teatro d'estate a Trani, che passione: dal 28 luglio, via alla 10ma edizione di «Raccontando sotto le stelle» A Palazzo della Marra la donna nell'arte contemporanea: da Trani espongono Del Vecchio, Scaringi e Schiaroli Arriva il «sabato di Trani»: per altre cinque settimane consecutive, visite guidate a cura della Pro loco Trani centro, ci risiamo, bus incastrato sulla rampa d'ingresso alla statale Festa patronale di Trani «povera»? Ne approfittano i truffatori chiedendo presunte offerte: il comitato invita a denunciarli Trani, una via Verdi ad orologeria: dopo un anno esatto, nuovo incendio nell'area abbandonata ed occupata Giostrine per disabili, al Comune di Trani 10mila euro: le vedremo nelle due ville ed in via Polonia Depuratore di Trani, Santorsola guarda anche "al largo": «La condotta sottomarina ne sarebbe, tuttora, l'ideale completamento Trani 2020, Gargiuolo pensa già da candidato sindaco: «Dopo la Stp, pronto a nuove sfide» «Nuova» Stp, centrodestra contro il sindaco di Trani: «È sempre più ostaggio dei baresi» Giannella lascia Trani e lancia messaggi: «Sono stato benissimo, ma chi si radica nello stesso posto diventa poco trasparente» Al Primo circolo di Trani due Lim in dono: il dirigente ringrazia Canapè Virtuale per essere più «reale»: il tour del Polo museale di Trani, da oggi, è anche su Google maps
PUBBLICITA' Hello Bike