Sistema Trani, udienza preliminare il 26 settembre per i 19 indagati. Il Comune si costituirà parte civile

È stata fissata a martedì 26 settembre l'udienza preliminare in cui si conoscerà chi, dei 19 indagati nell'ambito dell'inchiesta "Sistema Trani" sarà processato o, diversamente, prosciolto dall'indagine. Quel giorno, infatti, il Giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Trani, Angela Schiralli, valuterà le altrettante richieste di rinvio a giudizio da parte del sostituto procuratore della Repubblica presso lo stesso tribunale, Michele Ruggiero, titolare dell'inchiesta divisa in due filoni.


Questi i nomi degli indagati: per il primo filone, Luigi Riserbato, Giuseppe Di Marzio, Antonello Ruggiero, Nicola Damascelli, Maurizio Musci, Edoardo Savoiardo, Pasquale Mazzone, Claudio Laricchia, Yanko Tedeschi, Elsa Coppola, Francesco Lupo, Massimo Aletta, Nicola Lisi; per il secondo filone: Sergio De Feudis, Antonio Modugno, Vincenzo Giachetti, Luca Francesco Paolo Russo, Domenico Guidotti, Carlo Addamiano.


Le richieste di rinvio a giudizio erano arrivate lo scorso 15 dicembre, esattamente a due anni distanza dagli arresti del 20 dicembre 2014, nell'ambito del primo filone d'indagine, che riguardarono l'ex sindaco Riserbato, l'ex vice sindaco, Giuseppe Di Marzio, l'ex amministratore unico di Amiu, Antonello Ruggiero, il funzionario comunale dell'Ufficio appalti, Edoardo Savoiardo, e gli ex consiglieri comunali Maurizio Musci e Nicola Damascelli.


Un'altra misura cautelare sarebbe poi arrivata, l'8 giugno 2016, a carico del funzionario dell'Ufficio ragioneria Sergio De Feudis, con riferimento al secondo filone.


Per Riserbato, però, come è noto, nel frattempo è caduta l'accusa di associazione per delinquere. La sua posizione si sarebbe attenuata grazie alla circostanza (già emersa all'indomani dell'arresto di Sergio De Feudis e della definizione del secondo filone dell'indagine) per cui era stato lo stesso ex primo cittadino a denunciare una serie di presunte anomalie al sistema informatico del Comune il 13 giugno 2013, vale a dire un anno e mezzo prima del suo arresto. 


Il Comune di Trani, a sua volta, si prepara a costituirsi parte civile per entrambi i filoni d'indagine. Ne avevamo già dato notizia con riferimento al secondo, ma il sindaoc, Amedeo Bottaro, ha già diffuso una nota interna al Settore legale per chiedere analoga iniziativa anche con riferimento al primo.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Globaloffice

Notizie del giorno

Carlo avrà la protesi speciale di cui ha bisogno: l'Asl Bt assicurerà al ragazzo di Trani una qualità di vita migliore Manifestazioni a Trani ed effetti collaterali: le auto ritornano "su" piazza Gradenigo Estate di Trani, ecco altri eventi con patrocinio comunale gratuito. Tra questi, “Calice di san Lorenzo” e un nuovo festival del cibo di strada Trani, proiettili in via Superga verso lo stesso fabbricato del tentato omicidio del 22 febbraio È in edicola il nuovo numero de “Il giornale di Trani”: «Beffa» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per due mesi: da oggi, Angelo Piccolo "Novantanove borghi, racconto di Puglia": oggi giornata dedicata a Trani VIDEO. La Madonna di Fatima pellegrina a Trani fino d oggi: è ospite dello Spirito Santo Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Palazzo Beltrani, orario continuato nel weekend. Da martedì prossimo, corsi di disegno Martedì prossimo a Trani il "Salotto del risparmio Helvetia" Servizio civile: l’Oasi 2 di Corato, Trani e Bisceglie cerca 5 volontari. Domande entro il 26 giugno Venerdì 30 giugno a Trani convegno sul tema "L'eredità di Giovanni Bovio" Biblioteca di Trani, tutti i progetti estivi per i più piccoli Trani sportiva è in lutto: addio a Santino Barbato. Volò in B con la Polisportiva e allenò la leggendaria squadra femminile Trani, la poesia scende in strada: i versi di Daniele Marrone sui pali della città “DigithON” 2017, da Trani anche “IsApp” Dialoghi di Trani, trentotto le opere in gara al premio Fondazione Megamark. Il 14 luglio i nomi dei finalisti Infopoint, più di un milione di euro dalla Regione per investirvi. Per Lima (Fdi), «opportunità per lo Iat di Trani» Avvocati in difficoltà economiche, anche l’Ordine di Trani aderisce a WeAvv: oltre 800.000 euro per la conciliazione “vita-lavoro”
PUBBLICITA' RealSuole