Degrado del fondaco dei Longobardi, un proprietario risarcito con 50mila euro: Comune di Trani, Casa di riposo ed altri appellano la sentenza

Anche il Comune di Trani, così come la casa di riposo Vittorio Emanuele II, si costituisce in giudizio nell'appello promosso avverso la sentenza con cui, lo scorso 28 giugno 2017, il Tribunale di Trani ha condannato sia Palazzo di Città sia la Asp, sia alcuni cittadini proprietari di immobili nello stesso fabbricato, al pagamento in solido di 50mila euro in favore dell'avvocato Alfonso Spaccapietra. Il professionista è figlio ed erede di una cittadina che, nel 2008, aveva citato una serie di soggetti per i danni presuntivamente procurati al suo immobile.  


Siamo nel fabbricato di piazza Longobardi 7, attraverso il quale passa il famoso «fondaco» che collega la stessa piazza con via Statuti marittimi, e che da anni è chiuso per lo stato di degrado in cui si trova l'intera palazzina, le cui proprietà fanno tutte riferimento a diversi soggetti.


Nell'atto di citazione la signora Spaccapietra dichiarava la presunta responsabilità da parte dei proprietari del primo e secondo piano chiedendo di condannarli in solido al pagamento di 100mila euro per i danni subiti. Infatti lei, abitando al piano terra, si riteneva esposta alle conseguenze della fatiscenza degli immobili soprastanti, che avrebbero causato il precario stato di manutenzione dei suoi locai.


Le proprietarie di alcuni degli appartamenti del primo e secondo piano chiedevano, a loro volta, l'integrazione del contraddittorio nei confronti di tutti gli altri comproprietari dell'immobile di piazza Longobardi, vale a dire il Comune di Trani ed altri due cittadini.


La sentenza del giudice monocratico di fine giugno accoglieva parzialmente la domanda instaurata dall'erede della donna, nel frattempo deceduta, condannando tutti i convenuti al pagamento in solido, tra loro, di 50mila euro oltre Iva.


Lo stesso giudice accoglieva parzialmente la domanda riconvenzionale instaurata dalle due proprietarie del piano superiore contro gli altri comproprietari, compreso lo stesso erede dell'attrice, nella misura di 7.800 euro, oltre Iva.


Lo scorso 25 luglio la casa di riposo Vittorio Emanuele II si è costituita innanzi la Corte d'appello di Bari, impugnando la sentenza emessa dal Tribunale di Trani. Allo stesso modo ha scelto di fare il responsabile dell'Ufficio legale, Michele Capurso, che tutelerà personalmente gli interessi del Comune nel giudizio su mandato del dirigente dell'Area del contenzioso, Carlo Casalino.


La lunga e contorta vicenda giudiziaria dell'immobile di piazza Longobardi appare uno dei motivi alla base della prolungata chiusura del fondaco, che una volta consentiva il collegamento tra la piazza ed il porto. Soprattutto quando piazza Longobardi era adibita a luogo di mercato ittico, quel passaggio era fondamentale per dare vitalità alla zona. Da quando, poi, la piazza è stata convertita in luogo di aggregazione, ma Il fondaco è chiuso, le conseguenze sono state assolutamente negative: il sito è sempre più isolato e desolato e, nel frattempo, fondaco e immobile deperiscono sempre più.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Gallo Restaurant

Notizie del giorno

Cava fumante, lotta alla mafia e reinserimento dei detenuti: ne parleremo in Appuntamento con Trani di questa domenica Da star internazionale ad amica della porta accanto: la magia di Sarah Jane Morris scalda ed emoziona Trani VIDEO. Il Polo museale di Trani in vetrina al Tg5. Intanto, si spera nella sua imminente, totale riapertura Trani, di fatica in fatica: contro Molfetta torna in gioco il primato dell'Eccellenza La Trani del basket contro Molfetta e Bitonto: Fortitudo difende il primato, Juve a caccia di conferme Barresi: «Al Comune di Trani non si faranno mai concorsi pubblici» Emergenze ambientali a Trani, parla l'assessore. Il punto su cava fumante, Supercinema, discarica ed antenna di fronte al castello Cava dei veleni bis, Procacci (Trani a capo): «In questa vicenda siamo vicini all'amministrazione, ma è necessario fare presto» Consiglio comunale di Trani, convocazione per venerdì. Nove i punti all'ordine del giorno «Esce l'articolo», si riapre la porta: barriera architettonica rimossa alla sede dell'Agenzia delle entrate di via Beltrani TraniFilmFestival esporta cultura: a Bari la mostra a cura di Beppe Sbrocchi su Domenico Notarangelo Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Fine settimana di musica al santo Graal di Trani: domani, omaggio al maestro Califano Trani, il circolo Dino Risi riprende le attività: oggi, l'artista internazionale Anne Ducros Oggi, a Trani, proiezione del film "Il gioiellino". Seguirà dibattito Scherma Trani: oggi e domani il "Gran Premio Giovanissimi" al PalaAssi Lega Navale Trani: domani 39' edizione del Trofeo "Motti-Decorato" "Chiedilo al notaio": prossimo appuntamento al Comune di Trani il 9 novembre. Prenotazioni fino al 30 ottobre Festa internazionale della storia, lunedì al Polo museale di Trani giornata di studio e discussione Martedì al Dino Risi di Trani presentazione del libro di Luciano Lapadula Mercoledì la biblioteca di Trani si colora di rosa per la prevenzione del tumore seno. Dibattito sui corretti stili di vita Forum Avis Barletta-Andria-Trani, iscrizioni fino al 6 novembre. Tutte le info È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Si cambia» Piano di igiene urbana e molto altro: il 27 ottobre torna il consiglio comunale e, per la prima volta, sarà in diretta su Youtube È attiva su Facebook «Città di Trani». Bottaro: «Insieme con City user, finalmente una comunicazione reciproca, ed utile, con i cittadini» Aspetti un servizio e ti viene negato? Da oggi, anche a Trani, City user proverà a «stanare» i responsabili Uscire dal San Paolo? Nel 2019 si vedrà ma, intanto, il Comune di Trani rimborsa alle Angeliche 13mila euro Fornitura di quotidiani alla biblioteca di Trani, pubblicato l’avviso pubblico: domande entro il 20 novembre Caporalato, Uil: «Bene il vertice romano, ma la Regione metta in campo misure parallele al controllo e alle sanzioni»
PUBBLICITA' Le Lampare