Messa in sicurezza della discarica di Trani, senza caratterizzazione non ci sarà alcun finanziamento. Ma i termini restano aperti

Senza piano di caratterizzazione sarà impossibile finanziare ulteriori interventi per la messa in sicurezza e bonifica della discarica di contrada Puro vecchio. Lo fa capire, in maniera molto chiara, la Regione Puglia, stoppando per il momento il finanziamento che Trani aveva richiesto al governo Emiliano, candidandosi ad un bando su «Tutela dell'ambiente, promozione delle risorse naturali e culturali, interventi per la bonifica di aree inquinate».


Lo scorso mese di ottobre la giunta aveva approvato un atto di indirizzo in cui dava mandato al dirigente, in collaborazione con Amiu, «di partecipare all'avviso pubblico regionale per reperire fondi per la bonifica di aree inquinate, migliorare l'ambiente urbano, rivitalizzare la città, riqualificare e decontaminare le aree industriali dismesse, ridurre l'inquinamento atmosferico, promuovere misure di riduzione dell'inquinamento acustico».


Trani, ovviamente, si era concentrata sulla messa in sicurezza della discarica comunale, chiusa ormai da 40 mesi, ma la Regione Puglia, per il momento ha ritenuto non soddisfacente l'istanza per una serie di carenze formali: la prima, «l'omessa allegazione dell'atto di approvazione del progetto da parte dell'organo competente»; la seconda, «l'omessa dichiarazione per interventi su aree pubbliche e private, ai sensi di legge, attestante la sussistenza dei presupposti per l'attivazione dell'intervento da parte della pubblica amministrazione», nonché «l'omessa allegazione della pertinente documentazione in relazione alla specificità del caso».


In parole più povere, la Regione Puglia non concede alcun finanziamento a Trani, almeno per il momento, perché Trani non ha ancora dato inizio, ed ovviamente neanche concluso, alla caratterizzazione della discarica: soltanto all'esito di questa, infatti, si saprà esattamente che tipo di interventi di messa in sicurezza e bonifica si dovranno realizzare. Non si tratterebbe, pertanto, di un «no» definitivo, ma di un'inevitabile sospensione del giudizio, nell'attesa che Trani svolga il primo, fondamentale passaggio del percorso.


«Come ho detto più volte, e mi vedo mio malgrado costretto a rimarcare - fa sapere il consigliere ed ex assessore regionale all'ambiente, Mimmo Santorsola -, è necessario prima di tutto acquisire i dati del Piano di caratterizzazione e la valutazione del rischio sanitario, così che dimostrino lo stato di inquinamento e la necessità di bonifica, prima di effettuare qualunque altro intervento. Gli uffici dell’Assessorato all’ambiente dovrebbero riaprire i termini per integrare la documentazione mancante, e sarà mia premura verificare che ciò avvenga».


Peraltro, lo stesso Piano di caratterizzazione era stato oggetto di una diffida, da parte della Regione Puglia, ad accelerare i tempi di emanazione della gara ed affidamento dei lavori, pena la revoca del finanziamento di 408.000 euro che, in realtà, il Comune di Trani è riuscito a mantenere.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Antiche Arcate

Notizie del giorno

Quasi tre anni di Bottaro a Trani, il bilancio di Anna Barresi: «Una città governata nella più totale improvvisazione» Trani, addio alberi: tagliato anche quello fra corso de Gasperi e via Bonomo Trani, la sicurezza prima di tutto: in via Bari, oggi, ci sono 20 «non alberi». Di Gregorio: «Due progetti per sostituirli e, sul verde, ci stiamo prodigando» Il Capo della Polizia rende omaggio ad Alfredo Albanese: domani, a Trani, giornata per la legalità Arriva il vescovo a Trani, sabato le scuole chiuderanno alle 11 Misure innovative per il risparmio idrico: in Puglia sette progetti per un totale di quasi 5 milioni di euro Adriatica Trani, oggi quarti di finale di Coppa Puglia contro Castellaneta Trani Marathon, domenica 4 febbraio 5a edizione del "Cross di Trani - Memorial Mauro De Feudis" Judo Trani, un primo e un terzo posto nella "Puglia Star" a Taranto "Il violino di Auschwitz", al Polo museale proseguono le manifestazioni per la Giornata della memoria Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Venerdì al Santo Graal di Trani Hard as a rock, Ac/Dc tribute band I giornalisti festeggiano il loro patrono, san Francesco di Sales: oggi, santa messa a Trani Oggi a Trani raccolta firma per la presentazione delle liste di "Potere al popolo" Alla parrocchia san Giuseppe, a Trani, proseguono i festeggiamenti in onore di san Ciro: il programma completo “Fino alla fine, biotestamento e autodeterminazione”: venerdì nella biblioteca di Trani quinto appuntamento di “Conoscere per cambiare” Venerdì a Trani presentazione del libro "E la chiamano estate" “Chiedilo al notaio”, prossimo appuntamento al Comune di Trani il 1mo febbraio. Prenotazioni fino a venerdì prossimo Giornata della memoria, a Palazzo Beltrani sabato e domenica "Binario 21" Castello di Trani, sabato "Scienza e giustizia non conoscono le barriere": prenotazioni fino a domani Sereno variabile a Trani: la puntata andrà in onda sabato prossimo, alle 17.05, su Rai2 Domenica a Trani Flavia Piccinni, autrice del libro-inchiesta "Bellissime" Arsensum di Trani, prosegue la stagione concertistica. Domenica prossima, serata dedicata a Piazzolla Palazzo Beltrani, la collettiva di arte contemporanea “Artis gratia” prolungata fino a domenica prossima Stagione teatrale di Trani, martedì prossimo "Uno nessuno centomila" con Enrico Lo Verso Finalissima di Coppa Italia regionale: Trani-Fasano il 1mo febbraio a Monopoli Ritorna il Giornale di Trani e Radio Bombo ne compie 40: sarà un 2018 di storia, rinnovato impegno e testimonianze "Jazz e dintorni" all'Impero di Trani: venerdì 16 febbraio, Matteo Brancaleoni Trani, iniziate le riprese di "Un nemico che ti vuole bene", con Diego Abatantuono Comune di Trani fuori dal San Paolo, il dirigente del De Amicis: «Adesso diteci dove portare 234 bambini, perché non lo avete scritto da alcuna parte» Polizia locale, intensificate sul territorio di Trani le attività di controllo sul conferimento dei rifiuti Trani e gli incivili dei rifiuti: in piazza Cittadella, nel cassonetto, ci finisce anche il televisore Un defibrillatore ogni mille abitanti, volontari formati per usarlo: firmato il protocollo del progetto “Trani città cardioprotetta” Trani, dopo quarant'anni nuovi cordoli sul lungomare Chiarelli. E, nelle aiuole, tante «case» per gatti Bonifiche ambientali, la soddisfazione di Sinistra Italiana Trani Caffarella, presidente Confesercenti Barletta-Andria-Trani, al premio “Imprese nella storia” consegnato a Montecitorio
PUBBLICITA' Antiche Arcate