Discarica di Trani e cava dei veleni bis, Comitato bene comune: «Informazioni lacunose, invece c’è da fare una seria analisi del rischio per la popolazione»

Constatiamo che l’Arpa Puglia ha diffuso gli esiti delle analisi eseguite sulle acque di falda dai prelievi effettuati il 25 e 26 settembre 2017 sui pozzi di monitoraggio della discarica Amiu di Trani.


Nel rilevare la consueta celerità che caratterizza la pubblicazione delle analisi - ben 4 mesi intercorsi tra i prelievi e la diffusione dei risultati – rileviamo che manchino le analisi sul pozzo P6V posto sulla sponda nord del lotto n.3. Trattasi proprio del pozzo che in passato ha frequentemente evidenziato il superamento di numerosi analiti come il ferro, solfati, manganese, ecc.


Tale mancanza di informazioni ambientali su dati di primaria importanza è a dir poco sospetta in questa fase di transizione in cui sembra decidersi il futuro della discarica. I deflussi delle acque di falda avvengono proprio in direzione Nord e si rilevano, infatti, valori elevati dei solfati sui pozzi CB1 e S9 che distano rispettivamente ben 100m e 400m dalla discarica. Constatiamo, inoltre, che nei mesi successivi (novembre 2017) il campionamento delle acque nel pozzo P6V sia avvenuto regolarmente da parte del centro di analisi “Arace Laboratori S.r.l” incaricato da Amiu. Evidentemente il pozzo P6V risulta ancora utilizzabile per il monitoraggio delle acque di falda.


In riferimento alla cava fumante lamentiamo la lacunosa assenza di informazioni ambientali rese note alla cittadinanza che si limitano alle iniziali analisi compiute sul suolo che mostravano l’inquietante superamento delle concentrazioni soglia di contaminazione per 10mila volte. Sono passati ben cinque mesi dall’inizio di questa preoccupante vicenda che espone ulteriormente la popolazione ai fattori di rischio sanitario che sovrapponendosi a quelli derivanti dalla discarica Amiu incrementa esponenzialmente le possibilità di contrarre patologie correlate al degrado ambientale. Considerato che la Città di Trani è l’unica dei tre centri della provincia Bat a non essere dotata di centraline permanenti di monitoraggio si perviene alla conclusione che vi sia una sospetta volontà di nascondere la reale situazione dell’impatto ambientale e sanitario.


In definitiva, la rilevazione delle numerose sorgenti contaminanti connesse alle discariche presenti sul territorio di Trani imporrebbero una seria valutazione del rischio sanitario-ambientale che costituisce  attualmente lo strumento più avanzato di supporto alle decisioni nella gestione dei siti contaminati e che consente di valutare, in via quantitativa, i rischi per la salute umana connessi alla presenza di inquinanti nelle matrici ambientali.


Ci preme evidenziare che tali ovvie constatazioni prima ancora di essere eccepite da associazioni e singoli cittadini dovrebbero essere rilevate dagli stessi Amministratori della Città in quanto garanti della salute pubblica.


Francesco Bartucci e Teresa De Vito - Comitato bene comune

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

Quasi tre anni di Bottaro a Trani, il bilancio di Anna Barresi: «Una città governata nella più totale improvvisazione» Trani, addio alberi: tagliato anche quello fra corso de Gasperi e via Bonomo Trani, la sicurezza prima di tutto: in via Bari, oggi, ci sono 20 «non alberi». Di Gregorio: «Due progetti per sostituirli e, sul verde, ci stiamo prodigando» Il Capo della Polizia rende omaggio ad Alfredo Albanese: domani, a Trani, giornata per la legalità Arriva il vescovo a Trani, sabato le scuole chiuderanno alle 11 Misure innovative per il risparmio idrico: in Puglia sette progetti per un totale di quasi 5 milioni di euro Adriatica Trani, oggi quarti di finale di Coppa Puglia contro Castellaneta Trani Marathon, domenica 4 febbraio 5a edizione del "Cross di Trani - Memorial Mauro De Feudis" Judo Trani, un primo e un terzo posto nella "Puglia Star" a Taranto "Il violino di Auschwitz", al Polo museale proseguono le manifestazioni per la Giornata della memoria Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Venerdì al Santo Graal di Trani Hard as a rock, Ac/Dc tribute band I giornalisti festeggiano il loro patrono, san Francesco di Sales: oggi, santa messa a Trani Oggi a Trani raccolta firma per la presentazione delle liste di "Potere al popolo" Alla parrocchia san Giuseppe, a Trani, proseguono i festeggiamenti in onore di san Ciro: il programma completo “Fino alla fine, biotestamento e autodeterminazione”: venerdì nella biblioteca di Trani quinto appuntamento di “Conoscere per cambiare” Venerdì a Trani presentazione del libro "E la chiamano estate" “Chiedilo al notaio”, prossimo appuntamento al Comune di Trani il 1mo febbraio. Prenotazioni fino a venerdì prossimo Giornata della memoria, a Palazzo Beltrani sabato e domenica "Binario 21" Castello di Trani, sabato "Scienza e giustizia non conoscono le barriere": prenotazioni fino a domani Sereno variabile a Trani: la puntata andrà in onda sabato prossimo, alle 17.05, su Rai2 Domenica a Trani Flavia Piccinni, autrice del libro-inchiesta "Bellissime" Arsensum di Trani, prosegue la stagione concertistica. Domenica prossima, serata dedicata a Piazzolla Palazzo Beltrani, la collettiva di arte contemporanea “Artis gratia” prolungata fino a domenica prossima Stagione teatrale di Trani, martedì prossimo "Uno nessuno centomila" con Enrico Lo Verso Finalissima di Coppa Italia regionale: Trani-Fasano il 1mo febbraio a Monopoli Ritorna il Giornale di Trani e Radio Bombo ne compie 40: sarà un 2018 di storia, rinnovato impegno e testimonianze "Jazz e dintorni" all'Impero di Trani: venerdì 16 febbraio, Matteo Brancaleoni Trani, iniziate le riprese di "Un nemico che ti vuole bene", con Diego Abatantuono Comune di Trani fuori dal San Paolo, il dirigente del De Amicis: «Adesso diteci dove portare 234 bambini, perché non lo avete scritto da alcuna parte» Polizia locale, intensificate sul territorio di Trani le attività di controllo sul conferimento dei rifiuti Trani e gli incivili dei rifiuti: in piazza Cittadella, nel cassonetto, ci finisce anche il televisore Un defibrillatore ogni mille abitanti, volontari formati per usarlo: firmato il protocollo del progetto “Trani città cardioprotetta” Trani, dopo quarant'anni nuovi cordoli sul lungomare Chiarelli. E, nelle aiuole, tante «case» per gatti Bonifiche ambientali, la soddisfazione di Sinistra Italiana Trani Caffarella, presidente Confesercenti Barletta-Andria-Trani, al premio “Imprese nella storia” consegnato a Montecitorio
PUBBLICITA' Antiche Arcate