Tagli pronti soccorso e primo intervento: nella Bat Trani non ne sarebbe interessata. Ma la Cgil, oggi, manifesta qui

La mobilitazione parte ufficialmente questa mattina, lunedì 16 aprile, alle 10, con un sit-in della Cgil davanti all'ospedale di Trani. La scelta è quanto meno simbolica poiché, formalmente, il San Nicola Pellegrino non rientrerebbe fra le strutture oggetto di ridimensionamento con riferimento all'emergenza-urgenza su cui tanto si sta polemizzando in questi ultimi giorni.

Infatti, l'elenco dei Punti di primo intervento che dovrebbero essere disattivati entro il prossimo 30 aprile, per quanto riguarda la Provincia di Barletta-Andria-Trani, comprende le città di Minervino Murge, Canosa di Puglia e Spinazzola. Trani, però, è a sua volta l'espressione di un ospedale ridimensionato quasi ai minimi termini, ed oggi trasformato, formalmente, in un Presidio territoriale di assistenza nel quale esiste un Pronto soccorso che, in realtà, funge da punto di primo intervento poiché non più collegato al reparto di Rianimazione, ormai definitivamente trasferito a Bisceglie, ed altri reparti di emergenza-urgenza che una volta, il nosocomio tranese aveva.

Resta il fatto che lo scenario complessivo non appare rassicurante, ed è su questo che la Cgil punta decisamente il dito: «La chiusura di 39 Punti di primo Intervento, e loro riconversione in Punti di primo intervento territoriale e di assistenza, a gestione del Servizio 118, oltre la riconversione di quello di Trani con postazione mobile 118 medicalizzata - è l'appello di Luigi Marzano, della Cgil sanità Bat -, va assolutamente sospesa, se non prima di avere potenziato e contestualmente garantito un’adeguata rete del sistema di primo intervento d’emergenza ed urgenza che soddisfi i bisogni di salute, sicurezza e assistenza della cittadinanza, non privando da subito questo importante presidio di sicurezza sanitaria. Questo, soprattutto, con l'approssimarsi della stagione estiva durante al quale, a causa dell'incremento verso il nostro territorio di notevoli flussi turistici, le comunità locali aumentano vertiginosamente la loro popolazione».

Pino Romano, consigliere regionale e presidente della relativa Commissione sanità, contesta «la visione della sanità di una Regione che, di fronte alla carenza di medici, declassa i Ppi» e propone soluzioni alternative: «Creare il Dipartimento regionale del 118 e lavorare sulle economie di scala; accelerare sulla definizione e approvazione della Rete delle patologie tempo dipendenti; attivare un modello organizzativo che metta in sinergia rete di 118, pronto soccorso e dipartimenti di emergenza-urgenza».

Anche per il presidente della Commissione regionale bilancio, Fabiano Amati, la questione dei punti di primo intervento è di pronta soluzione per le strutture esistenti con più di 6.000 accessi annui. Bisogna solo riflettere un po’ per quelle con meno di 6.000 accessi, e particolarmente distanti da presidi ospedalieri o territoriali. Si tratta infatti di istituire - spiega -, come previsto per legge, le Unità complesse di cure primarie, aperte ovviamente al primo intervento con personale 118, per molte delle quali si tratterebbe solo di soluzione formale (cambiare il nome) perché gli Uccp sono già, di fatto, in funzione».

Il presidente della giunta regionale, Michele Emiliano, ha convocato per venerdì prossimo, 20 aprile, con i tecnici dell’assessorato e i direttori generali delle Asl, un vertice «nel quale ci auguriamo – dice a sua volta il consigliere regionale Mauro Vizzino – si giunga ad una soluzione diversa, da tradurre in una nuova delibera di giunta, in grado di contemperare le diverse esigenze tra quanto chiede il ministero e quanto serve realmente ai cittadini pugliesi garantendo il diritto alla salute».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ottica Mazzone

Notizie del giorno

Cambia mezza squadra, i risultati si vedono: Mesagne-Trani 3-1 AGGIORNATO. Trani, in via Superga, proprio nel giorno del mercato, una busta contenente urina Autismo, uniti è più facile: oggi, a Trani, l'inaugurazione della sede dell'associazione Contesto Ventimila malati di tumore l’anno in Puglia, nasce la Rete oncologica. Numero verde attivo dal 14 gennaio Natale di Trani, alla Vigilia ritorna la cena solidale per i meno fortunati Mercoledì prossimo il sindaco di Trani conferirà tre civiche benemerenze Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, stasera spettacolo in omaggio a Lucio Dalla Natale di Trani, oggi l'accensione delle luminarie a villa Telesio. Appuntamenti fino al 6 gennaio A Trani il teatro va a braccetto con i libri: dall'11 gennaio, la nuova rassegna dell'Impero con tre spettacoli in cartellone Trani, arrivano l'arco sterile e un nuovo ecografo. Avantario: «Il nostro ospedale continua a rafforzarsi» Al Polo museale torna il gospel: mercoledì prossimo la Fondazione Seca presenta Laura Wilson & Nù movement “Conoscere per cambiare”, prossimo appuntamento a Trani mercoledì prossimo. Si parlerà dei “Nuovi razzismi” AGGIORNATO. Maltempo a Trani, rinviata a venerdì prossimo la prima edizione di "Natale per le strade di Sant'Angelo" Fino a oggi, a palazzo Beltrani, esposizione di Toni D’Addato Vent'anni dalla morte di Ivo Scaringi: a Trani, fino a fine anno, mostra collettiva a lui dedicata presso la galleria Michelangiolo Al via a Trani la raccolta di giochi per bambini meno abbienti Natale di Trani, fino al 30 dicembre collettiva d'arte presso l'associazione Arsensum Prosegue la mostra “Ferruccio Maierna: scultura, design, gioielli” Trani, i «cubotti della solidarietà» in vendita alla Papa Giovanni XXIII VIDEO. Trani religiosa, la festa liturgica in onore di Santa Lucia, vergine e martire Il Natale è cultura: presentata la rassegna “Trani sul filo”. Grande novità, il tendone da circo in piazza Gradenigo Natale di Trani, 6.000 euro all'associazione Orizzonti per la consegna di pacchi alimentari per gli indigenti «La sbarra sul tetto», a Trani e nei migliori passaggi a livello Fondi per gli impianti sportivi pugliesi, Trani la grande assente “Comuni ricicloni”, Fra le tante le città virtuose non c'è Trani: con il 20 per cento, siamo il penultimo capoluogo di Puglia per differenziata Parcheggi a Trani, il segretario sindacale aziendale Di Lernia: «La gestione deve restare pubblica» Diocesi di Trani, don Enzo De Ceglie nuovo delegato episcopale per la pastorale
PUBBLICITA' Progetto Udito