Rapina con sparatoria alla ferramenta di via De Brado: il Gup di Trani condanna a cinque anni e mezzo Gaetano Caselli. Non ancora giudicato il complice

Cinque anni e quattro mesi di reclusione, 1400 euro di multa e interdizione perpetua dai pubblici uffici.


È questa la sentenza che il Gup del Tribunale di Trani, Raffaele Morelli, ha emanato al termine del rito abbreviato a carico di Gaetano Caselli, 38 anni, giudicato per la rapina con sparatoria ai danni degli esercenti Vito e Raffaele Di Ruvo, rispettivamente padre e figlio, titolari della ferramenta di via De Brado oggetto di una rapina con sparatoria avvenuta a mezzogiorno il 26 novembre 2016.


Caselli partecipò all'episodio insieme con un complice, Salvatore Fiore, che sparò e ferì alle gambe Raffaele, che aveva provato ad opporsi ai malviventi. Dopo essersi dato alla fuga con il complice, il solo Caselli fu arrestato in serata dalla Polizia non in flagranza di reato, ma con prove evidenti a suo carico: da quel giorno è sottoposto a custodia cautelare in carcere.


Il pubblico ministero Giuseppe Aniello, che nell'udienza di ieri ha rilevato il fascicolo detenuto dal collega, Lucio Vaira, aveva chiesto 13 anni di reclusione, ma il giudice ha accordato una pena più che dimezzata assolvendo l'imputato dall'ipotesi di ricettazione in concorso dell'arma e condannandolo per rapina aggravata, con la diminuente di rito. La motivazione sarà depositata entro 90 giorni dal rilascio del dispositivo letto ieri pomeriggio, al termine dell'udienza.


Fiore sarà giudicato separatamente, ed è per questo motivo ancora indagato sebbene la sua figura risulti intrecciata con l'inchiesta, pressoché coeva, sulla banda degli estorsori.  infatti, colui che nella rapina sparò si presentò spontaneamente alle forze dell'ordine a gennaio 2017, riferendo di essere un soggetto tossicodipendente dalla cocaina ed essere stato costretto a commettere quella rapina, con Caselli, poiché il provento sarebbe dovuto servire per saldare i debiti accumulati con il suo fornitore di droga, Armando Presta, finito in carcere insieme con altre persone nel corso della seconda operazione contro la banda degli estorsori.


Lo stesso Presta, secondo le dichiarazioni rese da Fiore, gli avrebbe procurato l'arma utilizzata per la rapina. L'esito non favorevole dell'azione criminosa, chiusasi con un bottino alquanto scarso, complicava le cose a carico di Fiore, che si presentava da Presta con l'arma danneggiata e senza essere in grado di saldare il debito: così, terrorizzato da eventuali ulteriori conseguenze, a causa di presunte minacce di morte anche nei confronti dei familiari, si era determinato a collaborare con la giustizia.


A Caselli, intanto, che è in carcere già da un anno e mezzo, grazie al presofferto cautelare restano da scontare 3 anni e 8 mesi di detenzione. L'imputato era difeso dall'avvocato Mauro Giangualano, che aveva chiesto il rito abbreviato valutando, evidentemente a giusta ragione, le attenuanti di cui il giudice ha tenuto conto nell'emanazione della sentenza.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Barbayanne

Notizie del giorno

Trani, troppa acqua per il sottovia a Pozzopiano: puntuale l'allagamento, e c'è pure chi ci casca ancora Processo Zanni, chiesti dieci anni per Napoletano e quattro per Lorusso. In aula, impassibile, la mamma della vittima Trani, moto di rabbia: centauri sulla piazza vietata ai disabili Trani, 90enne finisce in ospedale e gli occupano la casa: «Lui è solo, noi siamo tanti» Trani, sorteggio Amiu: due estratti non più ammessi, subentrano le prime due riserve. Tutti i nomi aggiornati Comitato feste patronali, Gianfranco Di Toma nuovo presidente. Tutti i nomi. Gli auguri del sindaco di Trani Il muraglione della villa di Trani perde sempre più pezzi, Di Lauro (Folgore): «Lo si metta in sicurezza con urgenza» Mare di Trani e Bat, solo fra un mese i dati di Goletta verde. Ed a maggio, secondo Arpa, tutto risplendeva Vigor Trani, Pizzulli saluta tutti su Facebook: il prossimo anno guiderà l'Omnia Bitonto in D “Orizzonti solidali”: dalla Barletta-Andria-Trani, 37 domande al bando promosso dalla fondazione Megamark Vela: tutto pronto per la Trani-Dubrovnik Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Al Polo museale di Trani, fino al 16 luglio, la mostra dell’artista “di cuori” di Gianni Pitta Santo Graal di Trani, oggi omaggio a Biagio Antonacci con i "Concetto logico" Trani, «grandi nomi in un piccolo chiosco»: la stagione musicale del Barbayanne. Oggi, A copy for Collapse Palazzo Beltrani, fino al 1mo luglio la mostra su Leonardo EVENTO RINVIATO. La pista di pattinaggio di Trani è quasi pronta: inaugurazione domani Trani, prosegue l’«estate del quartiere stadio»: tutti gli appuntamenti del fine settimana A Trani, tre incontri sulla legge "Dopo di noi". Nuovo appuntamento, oggi Domani, a Trani, conferenza «per il 70mo annivesario dell’incoronazione della B. V. Maria Addolorata» Domenica nella cattedrale di Trani messa in ricordo di Mons. Giovan Battista Pichierri Domenica a Trani il saggio di danza e pattinaggio a cura di Angela Bini, "Piovono stelle" Contributi libri di testo, si potrà riscuotere a partire da lunedì 25 giugno. Il calendario Martedì a Trani il convegno «Una nuova professione: l'esperto contabile ed il welfare moderno della cassa ragionieri» È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Sarà bis» Trovano droga e un'auto rubata a Trani: i carabinieri di Andria arrestano due pregiudicati Amet Trani, attivi due sportelli su quattro: forti disagi fra gli utenti Dimenticano quattro passaporti e duemila euro sul bus Stp: autista di Trani fa felici quattro albanesi restituendo loro ogni cosa «Mare sicuro 2018», anche il sindaco di Trani a bordo della motovedetta della Guardia costiera. Per tutte le segnalazioni, torna il 1530 Conferma di Guadagnuolo in Amiu, il Movimento 5 stelle di Trani: «Violazione della Carta di avviso pubblico» Conferma di Guadagnuolo in Amiu Trani, anche Barresi richiama la Carta di avviso pubblico Conferma di Guadagnuolo in Amiu, anche Libera Trani richiama la Carta di Avviso pubblico Guadagnuolo confermato in Amiu, a Trani insorge anche la Lega: «Il sindaco lo revochi subito» Puglia, si è ufficialmente insediata la rete oncologica
PUBBLICITA' Archimede