Estorsioni a Trani, parla il pentito Pignataro: «La vera banda formata da pochi, ma utilizzavano armi e c'era anche Lomolino». Il 12 settembre, parola al Pm

Pasquale Pignataro, il secondo pentito della banda degli estorsori, ha rilasciato le previste dichiarazioni spontanee ieri, nell'aula bunker di Bitonto, nell'ambito del rito abbreviato in corso di svolgimento presso il Tribunale di Bari, con riferimento al clan capeggiato dal pluripregiudicato Vito Corda, già a sua volta collaboratore di giustizia.

Pignataro aveva reso nota la sua volontà di collaborare con gli inquirenti lo scorso 31 marzo, durante un'udienza preliminare che aveva fatto seguito a quella in cui il pubblico ministero, Giuseppe Maralfa, della Direzione distrettuale antimafia, aveva richiesto le condanne per tutti gli imputati: a Pignataro era stata accostata la richiesta di pena più alta, vale a dire dieci anni di reclusione.

Ebbene, secondo quanto dichiarato dal pentito, il vero clan era composto di un numero ristretto di persone e tanti fiancheggiatori, fra cui lo stesso Pignataro. I veri estorsori, secondo la sua ricostruzione, sarebbero stati Vito e Giuseppe Corda, l'albanese Ilir Gishti e, anche, Patrizio Romano Lomolino, mai indagato, né arrestato nella vicenda degli estorsori, sebbene nell'elenco degli imputati del rito abbreviato comparisse un «omissis» che potrebbe essere accostato proprio a lui. Peraltro, nel fascicolo che riguardò Lomolino, quando fu imputato di essere il responsabile dell'omicidio del «viado» Aldomiro Gomez, compariva a sua volta il nome di Vito Corda.

Pignataro ha ammesso le responsabilità delle estorsioni, confermandole tutte, ma, secondo quanto ha spiegato, si sarebbe limitato a fare da autista al clan e percepire uno stipendio mensile di 150 euro, mentre il grosso del denaro circolava fra i veri componenti della banda. E questi, sempre secondo quanto reso in aula da Pignataro, avrebbero utilizzato anche armi, fra cui la stessa pistola che il 12 febbraio 2017 uccise Antonio Mastrodonato in via Superga. E questo confermerebbe gli intrecci tra fenomeni di criminalità coevi che, già da tempo, gli inquirenti tendevano a porre in correlazione fra loro.

Il rito abbreviato vede imputate sette persone, accusate di estorsione per fatti commessi a Trani alla fine del 2016. Come è noto, gli episodi determinarono due diverse operazioni, guidate dalle Procure della Repubblica di Trani e Bari e condotte dai Carabinieri, unificate poi in un unico procedimento. Agli imputati viene addebitato il reato di estorsione in concorso, con l'aggravante del metodo mafioso ed altri capi di accusa. Le estorsioni oggetto dell'inchiesta, una consumata e le altre tentate, riguardarono attività della ristorazione, imprenditoriali, del settore immobiliare e lapideo.

La pena più dura, come dicevamo, è stata chiesta a carico di Pasquale Pignataro: 10 anni e 10mila euro di multa. A seguire: l'albanese Ilir Gishti, 8 anni e 8mila euro; Nicola Pecorella, 6 anni, 3 mesi e 4000 euro; Pasquale Percorella, 6 anni, 3 mesi e 4000 euro; Michele Di Feo, 4 anni, 2 mesi e 4000 euro; Giuseppe Corda, 4 anni e 4000 euro; Nicola Petrilli, 2 anni, 8 mesi e 1400 euro. Per Vito Corda, riconosciuto come figura apicale del sodalizio dedito alle estorsioni, avendogli riconosciuto l'attenuante di collaboratore di giustizia, la richiesta è di 4 anni, 8 mesi e 4000 euro.

Altri due imputati, Michele Regano ed Armando Presta, sono stati ammessi al rito abbreviato presso il Tribunale di Trani, con definizioni che si leggono in altro spazio. Sempre a Trani è in corso il giudizio ordinario per un terzo imputato sganciato da Bari, Domenico Pignataro. A Bitonto, invece, il prossimo 12 settembre è prevista la replica del pubblico ministero, che potrebbe rivedere la richiesta a carico di Pasquale Pignataro, nel giudizio di cui è presidente Rosa Anna De Palo.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Discarica di Trani, 19 rinvii a giudizio e 4 non luoghi a procedere. Prima udienza del processo, il 10 aprile Addio a Peppino Pastore: ha reso Trani famosa ovunque con la «sua» Tenuta Donna Lavinia Trani, l'attraversamento luminoso di viale Spagna è finalmente attivo: se vi passa un pedone, lampeggia alle auto Trani, San Nicola torna a casa: sabato prossimo la statua del patrono sarà ricollocata nell'edicola dell'ex ospedaletto Scritte sulla cattedrale di Trani, un'altra azienda si offre gratuitamente per la loro rimozione. Sporta denuncia e transennata la zona Tartarughe decapitate, un caso anche a Trani: il Wwf pensa ad un esposto in Procura Strada Trani-Andria, Confcommercio e Cogeser: «Che fine ha fatto il ponte per l’inversione?» Ex ospedale di Trani, Delle Donne a Bottaro: «Il protocollo è rispettato e in fase di continua implementazione» “Abitudine” e “Cremisi”: pubblicati gli album d’esordio di due musicisti di Trani, Gianluca e Alessandro Pacini Castello di Trani, già annunciate le nuove aperture con ingresso gratis per il 2019 Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Teatro a Trani, oggi Bianca Nappi con “La sua grande occasione” Santo Graal di Trani, domani l'esordio della band tranese "West coast of Mars" "Venerdì a teatro" all'Impero di Trani, nuovo appuntamento venerdì prossimo con "Napoli milionaria" Fa tappa a Trani, oggi, la campagna nazionale “Malattie reumatologiche? No, grazie” Domani, a Trani, presentazione del libro di poesie di Enzo Quarto, "Je suis Janette" A Trani, domani, la presentazione del libro “Chiamati ad essere, manuale della coniugalità” "Cellule staminali, una risorsa per la vita": venerdì prossimo convegno a Trani Sabato prossimo, al Dino Risi di Trani, "Francesco Greco ensemble". Biglietti già disponibili Stagione concertistica a palazzo Beltrani: nuovo appuntamento, domenica prossima È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Off» Da Bovio a Bovio, a Trani è staffetta fra abusivi: i primi «traslocano» alla scuola media dopo due anni; i secondi prendono il loro posto alla casa natale Per l'ex Gip di Trani Michele Nardi piove sul bagnato: condannato a un anno e mezzo per calunnia Guardia di finanza Puglia, eseguiti interventi a tutela dell’ambiente L'ospedale di Trani fa litigare Emiliano e Bottaro. Il governatore: «Le sue, passeggiate elettorali». Il sindaco: «Ascolto i cittadini e gli chiedo rispetto» Ex ospedale di Trani, domani sarà possibile informarsi per firmare la petizione che chiederà di riaprirlo Stp Trani, indetti bandi per sette figure professionali: momentaneamente annullati due su tre, presto saranno ripubblicati Primarie Pd, Ferrante: «Ultimo nella Barletta-Andria-Trani, anche altri devono avere la possibilità di andare in assemblea nazionale» Trani, nasce l’anagrafe per i senza fissa dimora Amet Trani, Barresi e la consulenza esterna da 20.000 euro: «Dalla società, chiarimenti incompleti» Movimento 5 stelle Trani contro l’amministrazione: «Ancora ferma su rischio idrogeologico» Raccolta differenziata in alcune strade di Trani, oggi incontro informativo al Comune Trani, "La settimana medievale" si terrà dall'8 all'11 agosto La poule promozione del basket è fatta: sarà doppio incrocio Trani-Lecce, con in più Calimera e Rutigliano
PUBBLICITA' Ufficio 2000