Semaforo sulla Trani-Corato, i residenti: «Visto che lo rifarete nuovo, ricordatevi anche quello pedonale». Gli altri problemi irrisolti

Oltre la situazione di precarietà, che si prolunga ormai da un mese a causa del giallo lampeggiante rilasciato dall'impianto semaforico posto al crocevia fra via Sant'annibale Maria di Francia, via Primo Capirro, Strada statale per Corato e via Duchessa d'Andria, in quel punto sono molti i problemi che si accavallano.

Il tutto rende lo scenario particolarmente critico non soltanto per gli automobilisti, ma anche pedoni e residenti. In realtà, Amet ha fatto sapere che, a breve, l'intero impianto semaforico - ormai obsoleto a causa dell'irreperibilità sul mercato dei ricambi di una nuova scheda luce - sarà sostituito da uno nuovo con fari a led e sistema di alimentazione moderno, efficiente ed efficace.

L'occasione, però, dovrebbe essere utile anche per dotare l'impianto dei semafori pedonali, poiché l'attraversamento delle persone non è previsto né con segnaletica verticale, né tantomeno orizzontale: mancano le strisce, eppure sono numerosi coloro che lì attraversano la strada, sfidando di volta in volta il pericolo

I residenti, nell’esprimere preoccupazione per i tempi di realizzazione del nuovo impianto semaforico si chiedono «se in questi lavori sia compreso il semaforo pedonale ed il relativo attraversamento - dice il signor Antonio -, visto che da sempre tale impianto ne è sprovvisto. Tale mancanza, da anni segnalata alle varie amministrazioni, è un grave pericolo per tutti coloro che devono attraversare via di Francia e la statale. Oramai quell’incrocio, anche se di periferia, fa parte di una zona altamente residenziale, ma le uniche strisce pedonali presenti sono quelle poste all'uscita della chiesa della Madonna di Fatima: assurdo pensare di dover fare tanta strada per attraversare un incrocio».

Altro problema segnalato dai residenti è la segnaletica verticale: quella all’inizio di via Duchessa d’Andria è piegata da diverso tempo; quella verticale, relativa ai segnali d’obbligo e di divieto per i camion è assente o errata. Infatti, per chi proviene da Corato, la segnaletica indica correttamente che non si può svoltare verso via Duchessa d’Andria. Al contrario, per chi proviene da Trani, tale indicazione manca totalmente poiché posta sul palo del semaforo che fu abbattuto da un veicolo in occasione di un incidente. Inoltre, la stessa indicazione è errata per chi proviene da via Capirro.

Tutto questo induce in errore molti camionisti, che svoltano in via Duchessa d’Andria e, quando si accorgono dell’errore, compiono manovre pericolose per ritornare sui propri passi: durante queste, i mezzi pesanti urtano e piegano i pali della segnaletica e, pochi mesi fa, un camionista ha persino abbattuto il semaforo della strettoia di via Duchessa d’Andria. «Tra l’altro - fa notare sempre Antonio -, in città i segnali danneggiati vengono sostituiti in poche ore, mentre da queste parti vi è il nulla assoluto».

L'unico intervento concreto, negli ultimi mesi, è stato rappresentato dalla messa in sicurezza della pista ciclabile, invocato a gran richiesta dopo i frequenti incidenti a causa del cordolo pressoché invisibile.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Avicola Colangelo

Notizie del giorno

Comune di Trani, per denunciare gli illeciti arriva il «whistleblowing»: un dipendente potrà segnalarne un altro, anche nell'anonimato Comune di Trani, ci sono anche i dipendenti in uscita: Lucia Rosa Pastore, per un anno, alla Città metropolitana «Tutto d'un tratto Trani»: Bottaro, Laurora e il «gelo nella maggioranza» Trani, approvato il progetto per la manutenzione straordinaria nella pinetina di via Andria Dehors a Trani, Montaruli: «Non è vero che la Soprintendenza ha approvato il regolamento» "I bambini di nessuno": presentato a Roma il libro di Beppe Convertini edito dalla casa editrice di Trani AdMaiora Giornata della memoria, gli eventi della Fondazione Seca per le scuole di Trani Assegni di cura, dalla Regione 35milioni di euro per 3240 utenti. Da Trani, 325 domande Ordine degli architetti della Barletta-Andria-Trani, per il 2019–2023 il nuovo presidente è Paolo D’Addato In carcere con detenuti da lui condannati, l'ex Gip di Trani Michele Nardi chiede il trasferimento da Lecce Raccolta differenziata a Trani, Comitato bene comune: «L'amministrazione è in colpevole ritardo» Da Trani un bronzo ai Campionati Italiani di karate a Ostia Geda Volley Trani, stasera il recupero contro il San Giovanni Rotondo. Il punto sulle giovanili È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Nuova era» Santo Graal di Trani, domani ritorna "Il cervellone" "Venerdì a teatro" all'Impero di Trani, prossimo appuntamento il 1mo febbraio con "Ecco la sposa" “La libertà di stampa per una rinnovata coscienza civile”: incontro domani nella biblioteca di Trani Riparte "Jazz e dintorni" a Trani: primo appuntamento, venerdì prossimo con Ron Passaggio a livello di Trani, il movimento civico per il sottopasso invita i consiglieri a un incontro previsto sabato prossimo A Trani, sabato prossimo, presentazione del saggio «Fellini e il doppiaggio» Al “Vecchi” di Trani, fino a sabato prossimo, la “Settimana della cultura scientifica e tecnologica” Stagione concertistica a palazzo Beltrani: nuovo appuntamento, domenica prossima Trani religiosa, il programma della festa di san Ciro, medico eremita e martire Raccolta differenziata a Trani, bisognerà aspettare ancora Teatro a Trani, si parte giovedì 31 gennaio con il monologo di Michela Murgia "Istruzioni per diventare fascisti" Tetto in amianto dell’ex Supercinema di Trani, oggi 500 giorni dall’incontro del Comitato con il sindaco. E tutto tace Nuove assunzioni al Comune di Trani, Barresi ancora all'attacco dell'amministrazione Fondazione Megamark di Trani e Legambiente Puglia insieme per riqualificare un parco abbandonato a Taranto Pinetina di via Andria a Trani, sulla pavimentazione sversamento di olio usato per friggere Da Trani al Policlinico di Bari tanti oggetti che allieteranno i bambini e adolescenti malati Turismo, per BuyPuglia Tour la nostra Regione incanta 50 operatori travel a Francoforte Elezioni regionali, il 24 febbraio le primarie del centrosinistra. A Trani, intanto, vince Boccia e Laurora non si tessera: «Ma lo farò» Trani, Emiliano nomina il nuovo commissario dell'ex casa di riposo: Anna Curci
PUBBLICITA' Progetto Udito