Nota sull'incidente diplomatico al Ced, un anno e quattro mesi al dipendente che calunniò il sindaco di Trani. Lorusso: «L'appelleremo»

«Appena leggeremo le motivazioni avremo un quadro più preciso per appellare la sentenza». È quanto anticipa Giuseppe Lorusso, il dipendente comunale in comando presso l'Ares di Bari fino al prossimo 3 settembre, condannato a un anno e quattro mesi di reclusione - pena sospesa - per il reato di calunnia commesso nei confronti del sindaco uscente, Luigi Riserbato.

Proprio da una denuncia dell'ex primo cittadino era nato un processo apertosi nel 2014 e definitosi ieri con la sentenza emanata dal giudice monocratico del Tribunale di Trani, Andrea D'Angeli. Riserbato, difeso dall'avvocato Rinaldo Alvisi, con il quale si era costituito parte civile, aveva denunciato per calunnia sia Lorusso, sia il sindacalista Michele Giuliano, per il rilascio a loro firma di un comunicato della Csa Fiadel, il 26 aprile 2013, in merito ad una non meglio chiara vicenda accaduta nel Centro elaborazione dati del Comune di Trani.

Alvisi, peraltro, aveva richiesto l'assoluzione di Michele Giuliano, poiché non aveva vissuto direttamente i fatti, ma la condanna di Lorusso. I difensori del sindacalista e del dipendente, rispettivamente Antonio Florio e Claudio Papagno, avevano chiesto per entrambi l'assoluzione e, per Lorusso, Papagno aveva anche chiesto, in subordine, l'esimente del diritto di critica. Il giudice ha invece ravvisato il reato di calunnia a carico di Lorusso.

Quella mattina, due dipendenti della Provincia si erano recati da Lorusso, in nome e per conto di Riserbato e del dirigente informatico della stessa Bat, per avere accesso al Centro elaborazione dati del Comune. Lorusso, in quanto responsabile della struttura, comunicò loro massima collaborazione, ma chiedeva anche di identificarli mediante esibizione di un documento di riconoscimento, notificando loro il vigente regolamento dei sistemi informativi.

Di fronte a questa richiesta i due dipendenti, secondo quanto riferiva la nota, si allontanavano per tornare a parlare con il sindaco: in qualche modo, dunque, la nota avrebbe fatto sospettare che tale intervento dovesse risultare anonimo, ovvero priva di qualsivoglia atto formale di legittimazione.

Il documento parlava, anche, di presunto sperpero di denaro dei cittadini tranesi e della Provincia, per soddisfare esigenze assolutamente inesistenti.

La nota, quindi, secondo la ricostruzione della Procura, avallata dal giudice, avrebbe asserito circostanze dimostratesi non corrispondenti al vero, così offendendo la reputazione del sindaco Riserbato, che veniva incolpato di abuso di ufficio.

Peraltro il successivo provvedimento disciplinare a carico di Lorusso fu annullato dal giudice del lavoro, ma questo non gli risparmiò la querela di Riserbato ed il conseguente processo, conclusosi con la condanna del dipendente in primo grado.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

«Auto di facinorosi affianca quella dell'arbitro»: tensione durante e dopo Trani-Ruvo Under 15 e Vigor pesantemente sanzionata A Bisceglie un Trani in gran forma, Scaringella: «Possiamo fare molto bene fino alla fine» Trani a caccia del 14mo sigillo, ma a Tuglie non si scherza È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Destini» Protezione civile, in Puglia brusco calo delle temperature. Da domani, allerta gialla per piogge e vento Abusivi alla media Bovio, prime «interferenze» con la popolazione scolastica: il preside scriverà a Comune e Commissariato FOTO e VIDEO. Lungomare di Trani, iniziati i lavori nella piazzetta tra via Rovigno e via Parenzo Trani, installati i proiettori in piazza Longobardi “Trani t’incanta 2019”, pubblicato l’avviso per le manifestazioni primaverili, estive e natalizie. Tutte le info Acque reflue del depuratore di Trani, inizia la progettazione. Il commento di Santorsola e Bottaro Nasce anche a Trani la sezione de "La giusta causa" Puglia, presentato il Piano regionale della mobilità ciclistica Scrivere a macchina fra i Sassi di Matera: domenica prossima, da Trani, la Fondazione Seca «esporta» i suoi modelli nella Capitale europea della cultura 2019 Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana "Venerdì a teatro" all'Impero di Trani, nuovo appuntamento oggi con "Napoli milionaria" Santo Graal di Trani, oggi tributo ai Guns N' Roses Trani, da oggi a domenica il corso intensivo di formazione sulla dottrina sociale della Chiesa Trani, domani assemblea pubblica di Comitato bene comune Trani, San Nicola torna a casa: domani la statua del patrono sarà ricollocata nell'edicola dell'ex ospedaletto Trani, domani cerimonia e concerto della Fondazione Ciccolini Domani, a Trani, presentazione del libro "La gente per bene" Domani, al Dino Risi di Trani, "Francesco Greco ensemble". Biglietti già disponibili Domenica prossima, alla Lega navale di Trani, la conferenza della Società italiana di malacologia Domenica prossima a Trani presentazione del libro di Catena Fiorello, "Tutte le volte che ho pianto" Stagione concertistica a palazzo Beltrani: nuovo appuntamento, domenica prossima Biblioteca di Trani, aggiudicazione definitiva al gestore già presente, la Imago Colonne della via Traiana nella villa di Trani, la Turenum pro loco dona un cartello turistico Ex ospedale di Trani, Di Bari e Di Lernia (M5stelle): «Dagli altri, solo propaganda politica. Inascoltate le nostre proposte» Ex ospedale di Trani, Ventura (Pd) difende l'operato del sindaco Ex ospedale di Trani, Briguglio invita a non commettere un altro errore: «Evitiamo di regalare anche l'ex convento Agostiniani di piazza Gradenigo» Consiglio comunale di Trani, nasce l'Intergruppo con Carlo Laurora e Mimmo Briguglio. Cinque stelle, entra Branà Polizze assicurative, l’Amet Trani emana un bando biennale Sanitaservice Puglia, la denuncia dei sindacati: «Non garantiti i diritti dei lavoratori, oggi manifestazione di protesta» Carcere di Trani, il Sappe chiede di chiudere la sezione blu: «È una offesa ai diritti umani»
PUBBLICITA' Avicola Colangelo