Lettera aperta e mille firme al vescovo di Trani: «La cattedrale ha ancora bisogno di don Nicola». Tutti i motivi per trattenerlo

La cattedrale dovrà davvero privarsi di don Nicola Maria Napolitano?  La domanda si pone all'indomani della diffusione di una lettera aperta, che un gruppo di fedeli ha inviato all'arcivescovo, monsignor Leonardo D'Ascenzo, al Capitolo cattedrale, al vicario generale, monsignor Giuseppe Pavone, al vicario episcopale, don Mimmo De Toma, ed al sindaco, Amedeo Bottaro.


Il riferimento è al sacerdote che, della cattedrale, è stato rettore per cinque anni e, proprio alla scadenza del mandato, è stato assegnato dal vescovo alla parrocchia San Vincenzo de' Paoli, di Bisceglie. La missiva non è una richiesta di revocarne la nomina, ma semplicemente un tributo al operato per destare, eventualmente, una riflessione da parte di tutti i destinatari.


Il documento, dal titolo «Testimonianze sull'eccellente operato di don Nicola Maria Napolitano come rettore della cattedrale di Trani, dal 2013 ad oggi» ha preceduto una raccolta di firme, tuttora in corso, e che sarebbero arrivate a già a mille. La prima firmataria è Santa Mastrapasqua, che si fa carico anche del contenuto della missiva .


***


Eccellenza Reverendissima,


ci rivolgiamo a Lei, nostro Vescovo, Pastore di questa porzione di gregge affidato alle sue cure, per pregarLa, con grande umiltà e fervore, di continuare a valorizzare  Don Nicola Maria Napolitano come Rettore della Cattedrale di Trani, non disperdendo un’esperienza preziosa.


Da Cristiani, Cattolici praticanti, ma anche da cittadini amanti e custodi di un patrimonio d’arte e di fede consegnatoci dai nostri avi, vogliamo sottolineare l’eccellente operato di Don Nicola, nel corso dei suoi brevi cinque anni di incarico di Rettore della Cattedrale di Trani. Questo bravo sacerdote è stato pastore sempre attento alle persone, alla cura delle Celebrazioni, dei Sacramenti, e alla sacralità dei luoghi. Egli si è distinto brillantemente anche come uomo di cultura, accurato custode e abile amministratore, riassegnando a questa Chiesa Diocesana la dignità che ha sempre meritato sia come monumento sia come luogo di culto e Cattedra Arcivescovile.


Nato a Trani il 29 dicembre 1980, ma residente a Trinitapoli, nel 2002 Don Nicola ha concluso gli studi in Restauro di Beni Culturali presso l'Istituto di Arte Artigianato e Restauro di Roma, specializzandosi in dipinti murali a secco e ad affresco, in materiali lapidei e in ceramiche archeologiche presso l'Ars Labor Istituto per il Restauro di Roma. Il 10 novembre 2003 è entrato in seminario a Molfetta per la formazione al sacerdozio. E' stato ordinato sacerdote il 30 ottobre 2010. La sua formazione culturale è sempre stata al servizio del suo impegno per la Chiesa.


E' Cappellano delle Suore Adoratrici del Sangue di Cristo, Istituto Sanguis Christi in Trani. Il 20 marzo 2013, Don Nicola Maria Napolitano, all’epoca vice parroco della Parrocchia di San Francesco in Trani, fu nominato Rettore della Cattedrale. Dal 28 luglio 2014 è Direttore del Museo diocesano di Trani e dal 2 febbraio 2016 è Direttore dell'Ufficio Beni Culturali Diocesano.


Don Nicola è stato in questi anni pastore e nostra guida spirituale con impegno e dedizione. Si è sempre occupato personalmente di preparare le numerose coppie di sposi che hanno scelto di celebrare il proprio matrimonio presso la Cattedrale. Ha sempre indirizzato loro verso la sobrietà e il culto sacrale del luogo, sorvegliando affinché si evitassero gli eccessi.


Ha sostenuto la formazione di un coro della Basilica che col canto rendesse solenni e dignitose tutte le Celebrazioni. Ha sempre promosso la valorizzazione del culto verso il Santo Patrono. Come padre spirituale delle Confraternite della Cattedrale ha sempre apprezzato il loro servizio e ha sempre auspicato un maggiore coinvolgimento degli appartenenti ai pii sodalizi alle Funzioni. Si è sempre preoccupato di vigilare affinché le tradizioni e i cerimoniali delle Confraternite fossero in linea con quanto previsto dalle vigenti norme liturgiche.


Il Capitolo Cattedrale di Trani si era sempre adoperato per la cura di questo luogo sacro, con grandi difficoltà dovute alle scarse risorse disponibili rispetto alle continue necessità di opere di manutenzione.


Assumendo il nuovo incarico, Don Nicola si è subito dedicato al recupero e al restauro delle suppellettili sacre e dei paramenti liturgici, logori e usurati dall’abbandono e dal tempo, con l’obiettivo di espletare con dignità e sacralità la liturgia delle solenni Celebrazioni. Ha provveduto a completare il progetto per l’abbattimento delle barriere architettoniche, dotando la Cattedrale di rampe e montascale, necessari alla completa fruizione anche da parte dei fedeli disabili. Don Nicola ha fatto realizzare e gestito personalmente un moderno ed efficace sito internet della Basilica, denso di notizie storiche e culturali, con informazioni dettagliate per le giovani coppie che scelgono questo luogo prestigioso per celebrare il loro matrimonio. L’apparato informativo del sito comprende anche il calendario dettagliato delle Celebrazioni e le notizie utili ai turisti, compresa anche la possibilità di prenotare visite guidate. Don Nicola ha prestato grande attenzione e cura nell’organizzare le attività turistiche e culturali nelle scansioni temporali e spaziali più idonee, onde evitare ogni conflitto con i fedeli che accedono nel luogo sacro per raccogliersi in preghiera in qualsiasi momento della giornata e con le solenni Celebrazioni.


La Cattedrale di Trani, patrimonio di eccezionale valore dell’umanità intera, ha rafforzato una reputazione positiva a livello mondiale, grazie alle migliaia di recensioni positive da parte di turisti, fedeli e operatori del settore. C’è da sottolineare la disponibilità in prima persona di Don Nicola nell’accoglienza degli ospiti e dei pellegrini con i quali si è sempre prodigato utilizzando anche la sua ottima conoscenza della lingua inglese.


C’è da segnalare, inoltre, che Don Nicola si è sempre ampiamente speso per la promozione delle attività culturali, musicali in particolare, avvalendosi della dotazione in Basilica di un maestoso organo definito tra i più pregevoli dell’Italia meridionale. Lo strumento è stato sempre disponibile per i docenti e gli allievi dei conservatori di Puglia e Basilicata e delle associazioni musicali promotrici di concerti per organo.


Il lavoro realizzato finora da Don Nicola Maria Napolitano, suggellato dagli eccellenti risultati ottenuti, merita di continuare. Siamo convinti, pertanto, che la Cattedrale, la sua testimonianza mondiale di bellezza e di fede, i fedeli e i pellegrini frequentatori di questo luogo sacro, hanno ancora bisogno della dedizione, dello spessore umano e culturale, delle capacità gestionali e organizzative, dell’amore per la Chiesa di Cristo del nostro Don Nicola Maria Napolitano.


I tanti suoi fedeli

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Game People

Notizie del giorno

Sciame sismico in Molise, al lavoro anche la Misericordia di Trani Trani, da martedì 28 agosto il lavaggio delle strade: il calendario Wi fi gratuito negli info point, il servizio pugliese disponibile anche a Trani. Capone: «Risultati molto positivi» Differenziata a Trani: a giugno il risultato migliore, ma è «solo» un 23 per cento "Save Faragola": oggi visite guidate anche a Trani Estate di Trani, per "Fuori museo" lunedì prossimo doppio appuntamento: l'attore Alessandro Haber e, a seguire, concerto di De Gregori Infopoint di Trani, nuovi appuntamenti estivi: lunedì prossimo, "I tesori imperiali" Trani, i Gen verde con the "On the other side" venerdì prossimo chiuderanno "Fuori museo" Trani, mercoledì prossimo disinfestazione A Trani la pop art con "Pop five": lunedì prossimo, ultimo giorno dell'esposizione Palazzo Beltrani, fino al 26 agosto la personale di Dario Agrimi: “Scatola nera” Estate di Trani, il programma giorno per giorno Trani religiosa, il programma della festa liturgica in onore della Madonna del Pozzo Trani religiosa, il programma della festa liturgica in onore di san Magno Lutto nazionale, il sindaco di Trani invita a «evitare comportamenti distanti dal clima di cordoglio» Deteneva 115 chili di marijuana in auto: arrestato dagli agenti della sottosezione di Trani della polizia stradale un 30enne Nella migliore band emergente del mondo, i Melancholia, c’è un musicista originario di Trani: Fabio Azzarelli Passaggio a livello, il “Laboratorio di idee per la città di Trani” propone un’alternativa verde e sostenibile Strade dissestate e viadotti pericolanti, Unimpresa Barletta – Andria – Trani e Casambulanti: «La nostra vita appesa a un filo» Crollo del ponte di Genova, il Codacons invia una diffida al Prefetto della Bat per il viadotto della 16bis di Trani Trani, lieve incendio nella notte. Nessun ferito Videosorveglianza, la Prefettura ha approvato il progetto del Comune di Trani: arriveranno 43 telecamere Dirigente dell’Ufficio piano di zona, al colloquio al Comune di Trani quattro gli idonei Trani, in via Mario Pagano arriva il disco orario Croce di bronzo al merito dell’esercito per il tenente colonnello di Trani Francesco Ferrara Estate di Trani, il 14 settembre arrivano James Senese e i Napoli centrale Puglia, dieci morti sulle strade in appena due giorni. L’Ordine degli psicologi propone i suoi professionisti nelle scuole guida Trani, nel boschetto della villa pini dal fusto marcito Trani religiosa, la solennità della Beata Vergine Assunta in cielo Crollo del ponte di Genova, quei viadotti della 16bis in territorio di Trani e il parere del tecnico Crollo del ponte di Genova, da Trani Mons. D’Ascenzo chiede «incessante preghiera» Trani, avevano scambiato la spiaggia per un campeggio. La Polizia locale li fa sgomberare Trani, quella «fontana malata» in via pedaggio Santa Chiara Eventi a Trani da ottobre a dicembre a Trani, c’è tempo fino al 31 agosto per inviare le manifestazioni d’interesse Passaggio a livello di Trani, il comitato “Impegno civico”: «I laboratori di idee non hanno senso adesso» Turismo, la Puglia sul podio delle destinazioni per durata del soggiorno secondo l’analisi previsionale Demoskopika Auto fuori strada fra Trani e Barletta: due vittime ed un ferito grave Trani e i furti d’auto ai danni dei turisti: un’altra storia, ma dal “quasi lieto fine” «Trani, il mare è solo l’inizio»: dopo tre anni, l’amministrazione Bottaro si fa autopromozione. Non mancano le polemiche Dossier Legambiente sulle spiagge libere, Puglia la regione italiana più virtuosa Inizio del nuovo anno sociale al Lions di Trani. Nuovo presidente, Nicola Pirulli Settimana medievale a Trani, anche ieri in migliaia alla manifestazione Trani, ci risiamo: nuovo furto di auto ai danni di un turista Trani, l'amministrazione annuncia la risistemazione della rotonda di via Istria. Sarà a cura di un'azienda privata Ritrovata auto cannibalizzata in località "Palombe", al confine tra Trani e Bisceglie L’olio di Trani protagonista di un progetto di Comune e Gal Ponte Lama candidato a finanziamenti regionali Minore con birra fuori orario: multato il titolare di una pizzeria di Trani. Prevenzione e repressione di Polizia locale e Carabinieri Amet e Amiu, bilanci chiusi con utili: ecco come saranno destinati “Chocolat”, della compagnia Costellazione, festeggia a Trani il suo sesto anno di repliche. E chiude la rassegna “Racconti tra gli ulivi” Basta con le «papere» dei portieri: a Trani, quella vera sta facendo felice un intero quartiere Al Trani arriva un giocatore buono per tutti i ruoli: è il 23enne Mattia Negro Il caso del bagnante senza nome soccorso a Trani arriva a «Chi l'ha visto»: ecco la collana che indossava. La prognosi resta riservata Francesca Loprieno, l’artista di Trani che ha conquistato la Francia Trani, in via Mario Pagano dissuasori ancora a singhiozzo. Di Lernia: «Hanno fatto il loro tempo, presto il varco» Macchinette e dintorni, a Trani spesi 80 milioni nel 2017. M5s: «Un regolamento comunale non è più procrastinabile» Ancora pietre contro la cappella nell'agro di Trani: la porta in vetro era appena stata riparata Alberi infestati, 1.700 euro a ditta di Trani per la bonifica Pazienti oncologici, il Comune di Trani organizza incontri per il corretto smaltimento dei loro rifiuti “Passeggiando tra i paesaggi geologici della Puglia”: c’è tempo fino al 30 settembre per partecipare al concorso fotografico
PUBBLICITA' Woodcenter