“Accademia Despar”: Maiora investe nell’alta formazione per un servizio di qualità al consumatore

Oltre 1.000 collaboratori coinvolti, 65 corsi di formazione attivati e 3,5 milioni di euro investiti in poco più di tre anni. Sono questi alcuni dei numeri dell’Accademia Despar, un progetto fortemente voluto da Maiora, concessionaria del marchio Despar per il Centro-Sud, tra i protagonisti della distribuzione moderna del Mezzogiorno, che si occupa ogni giorno di formare veri specialisti di mestiere.

Non solo persone preparate tecnicamente e professionalmente, ma soprattutto formate per gestire l’aspetto relazionale con la clientela e rispondere così ad una delle peculiarità di Despar: attenzione e cortesia nei confronti del consumatore.

Il progetto, avviato nel 2015 e strutturato attraverso un ufficio dedicato (non terziarizzato), rispecchia uno dei capisaldi di Maiora: credere fortemente nella crescita condivisa, perché permettere alle proprie risorse di crescere equivale a far crescere l’azienda.

All’Accademia Despar hanno preso parte fino ad oggi numerose figure della “filiera” della distribuzione Despar: macellai (280 unità), gastronomi (290), addetti all’ortofrutta (160), store manager (95), cassiere (290) ma i corsi di formazione hanno riguardato anche gli uffici e la sede direzionale, attraverso i quali sono stati formati assistenti marketing, assistenti category, category manager, assistenti commerciali e addetti alle pratiche ammnistrative. Diverse le proposte tematiche “top” ad alto gradimento come la relazione e accoglienza clienti, corsi di inglese per addetti dei punti di vendita, tecniche di vendita nei reparti freschi, visual merchandising, il lavoro di squadra nello start-up di un punto di vendita, tecniche di negoziazione, corso di storytelling e social media marketing. Attraverso il prezioso apporto di formatori interni e docenti esterni, l’Accademia Despar trasmette ogni giorno abilità e conoscenze tecniche sia sui prodotti che sui processi. La formazione si articola in sessioni frontali sia in aula, sia all’interno di laboratori dei supermercati Despar in cui vengono trattati svariati temi: dalla conoscenza del prodotto alle tecniche di lavorazione, dalla sicurezza alimentare alla gestione della relazione con il cliente passando a momenti di apprendimento on the job.

Nel 2018 per l’Accademia Despar, Maiora ha coinvolto 520 collaboratori per un investimento pari a circa 1,2 milioni di euro, oltre ai fondi stanziati dalla Regione Puglia e dall’Unione Europea per progetti e corsi formativi portati a termine. Nel 2019 l’obiettivo è incrementare il percorso di formazione mirato a migliorare le competenze mediante dei percorsi trasversali che possano abbracciare anche il mondo della Scuola e dell’Università attraverso progetti di alternanza scuola-lavoro. Negli ultimi due anni, infatti, sono stati circa 150 gli studenti delle scuole superiori del territorio ad aver effettuato un percorso di alternanza scuola-lavoro presso Maiora e oltre 30 gli studenti universitari che hanno svolto uno stage formativo presso il Centro Direzionale di Despar Centro-Sud. Un percorso reso possibile grazie alla proficua collaborazione tra Maiora e Università degli Studi di Bari, Università LUM Jean Monnet, Università degli Studi LUISS e l’Università degli Studi di Parma. Proprio con quest’ultima, Maiora ha sottoscritto una collaborazione per la definizione dei propri programmi di category management e di CRM.

Una delle novità dell’Accademia Despar per il 2018 è stata la Formazione on boarding: un percorso dedicato ai nuovi collaboratori finalizzato in un mese a definire l’imprinting aziendale mediante la partecipazione a 4 corsi fondamentali tematici come la conoscenza dell’azienda e personal branding, accoglienza, sicurezza alimentare e sicurezza sul lavoro. Quest’ultimo, in particolare, è svolto in modalità   e-learning sulla piattaforma gestita in partnership dell’Ente Bilaterale del commercio di Bari per assolvere agli adempimenti del d.lgs. n. 81/2008.  

«Sul nostro bilancio la voce formazione ha un peso specifico importante – spiega Pippo Cannillo, Presidente e Amministratore Delegato di Despar Centro-Sud -. Siamo consapevoli che questa non sia una cosa comune. Credo che i nostri addetti debbano saper raccontare il territorio e i nostri prodotti: il nostro macellaio, oltre ad essere uno specialista del settore, deve conoscere che tipo di carne vende al cliente e quindi consigliare su come cucinarla o conservarla al meglio. Ogni anno investiamo circa 1 milione di euro nella formazione del personale dei punti vendita, ma anche di quello degli uffici perché vogliamo dare a tutti l’opportunità di fare carriera al nostro interno. Nell’ultimo anno, tra dipendenti e affiliati, Maiora ha portato avanti un programma di formazione orientato a potenziare le competenze e le conoscenze all’interno di oltre 500 dipendenti con il chiaro intento di migliorare le singole performance arricchendo il tessuto e il capitale umano dell’azienda. Un percorso che ha visto unità impegnate in lezioni, pratiche e teoriche, con esperti del settore ed elevare così gli standard aziendali. L’educazione, come stimolo a riconoscere e sviluppare le proprie qualità, è la vera chiave per aprire le porte della competitività».

(Articolo pubbliredazionale)

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Avicola Colangelo

Notizie del giorno

Trani, trova borsa con 3500 euro e la consegna ai carabinieri: era stata scippata poco prima ad una donna Stabilizzazioni nella Asl Bt, Emiliano a Trani: «Possibili grazie al piano di riordino ospedaliero» Trani, gli stabilizzati della Asl Bt festeggiano con i bambini in braccio e in grembo Detenzione e spaccio di droga: arrestato a Trani un 45enne con precedenti Rubavano merce nelle aree di servizio, denunciati 9 soggetti dalla Sottosezione della polizia stradale di Trani Trani, parzialmente vandalizzata l'installazione artistica "Oscillazioni" in piazza Natale D'Agostino Trani, iniziati i lavori al lungomare Mongelli Al Comune di Trani tirocini per studenti di Scienze delle amministrazioni Al via oggi a Trani “Hack te”, progetto per sensibilizzare gli studenti al volontariato Addio Maria Antonietta Cerniglia, il cordoglio dell'arcivescovo di Trani, Mons. D'Ascenzo Coppa Italia di Lotta Greco-Romana, Fabio Carbone medaglia di bronzo “La carica dei quattrocento” al Polo museale di Trani per “InPuglia 365”. Bis a febbraio per la Fondazione Seca Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, giovedì prossimo serata jazz "Lo sport per tutti": oggi un incontro nella biblioteca di Trani Oggi, nella chiesa "Pieno vangelo" di Trani, proiezione del film "La croce" Domenica la "Giornata mondiale dei poveri": eventi a Trani a partire da venerdì, per il 25esimo anno di attività della Caritas Al Dino Risi di Trani sabato e domenica prossimi lo spettacolo teatrale “La santa sulla scopa” Autismo: domenica a Trani dibattito con il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia A Trani, il 20 novembre, incontri con il giornalista Rai Renato Piccoli Refezione scolastica a Trani, Forza Italia: «Non si tolga il pasto ai figli dei morosi» Ufficio tecnico di Trani, un solo dirigente ma due capi servizio: avviata la selezione interna Arpa Puglia conferma: «Mare pulito, ma il vero nemico è la plastica». L'incontro alla Lega navale di Trani Mare e plastica, l'allarme di Legambiente Trani: «Ogni nostro gesto, prima o poi, ci si ritorcerà contro» Mare e plastica, a Trani fanno meno paura: «Il segreto? La collaborazione fra Comune e associazioni» È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Ieri e oggi» Bisceglie frena e Trani, che vince in rimonta a Cutrofiano, si lancia all'inseguimento di Barletta La Trani del basket vola: Fortitudo sbanca Rutigliano, Juve timbra il cartellino con Altamura Alla capolista basta un gol: Casarano-Trani 1-0 L'Apulia rompe il ghiaccio: 3-1 al San Marco Argentano e, adesso, ne ha tre alle spalle
PUBBLICITA' Viso Amianto