Il Consiglio provinciale di Barletta-Andria-Trani è confermato: respinto il ricorso contro gli eletti della lista del centrodestra

Il Consiglio provinciale di Barletta-Andria-Trani resta immutato. Infatti, il ricorso che avrebbe potuto cambiarne completamente la fisionomia, escludendo consiglieri già insediati ed immettendo candidati esclusi, è stato respinto.

La Seconda sezione del Tribunale amministrativo regionale per la Puglia - presidente Giuseppina Adamo, consigliere Francesco Cocomile, referendario estensore Donatella Testini - ha respinto il ricorso proposto dal candidato non eletto della lista Fronte democratico Giuseppe Bufo (rappresentato e difeso da se medesimo e dall'avvocato Niccolò Mastrapasqua) contro la Provincia di Barletta-Andria-Trani (rappresentata e difesa dall'avvocato Gennaro Rocco Notarnicola) e nei confronti dei consiglieri provinciali Cosimo Damiano, Albore, Luigi Rosario Antonucci, Massimiliano Bevilacqua, Gennaro Savino Russo e Pierpaolo Pedone (tutti costituiti in giudizio e difesi dall'avvocato Giuseppe Domenico Torre), nonché Pasquale De Toma (non costituito in giudizio) per l'annullamento del provvedimento della loro proclamazione.

Il ricordo chiedeva, in particolare, l'annullamento della proclamazione degli eletti in cui, avendo ammesso la lista del centrodestra Insieme per la Bat, dichiarava eletti i controinteressati. Ed ancora, puntava a dichiarare nullo il verbale dell'Ufficio elettorale della Provincia, rilasciato il 16 ottobre 2018, limitatamente all'ammissione della lista Insieme per la bat. Infine, puntava all'annullamento della determinazione di quello stesso 16 ottobre, da parte del dirigente dell'Area affari generali della Provincia, di presa d'atto del verbale di ammissione della lista.

Alla luce delle memorie difensive e degli atti di causa, e soprattutto all'esito dell'udienza pubblica tenutasi martedì scorso, e per le ragioni che saranno esposte nella motivazione, da rilasciarsi in successiva data, il collegio ha rigettato il ricorso confermando pertanto tutti i consiglieri provinciali controinteressati e, di conseguenza, l'attuale assetto del Consiglio provinciale.

Bufo, insieme con gli altri candidati non eletti della lista Fronte democratico, Giuseppe Corrado e Anna Maria Barresi, sarebbe entrato in consiglio provinciale, insieme con Barbara Costabile e Rosa Cascella, del Partito democratico, qualora il Tar avesse escluso l'intera lista del centro-destra.

Il Tar si era espresso prima delle elezioni provinciali, a pochi giorni dal voto del 31 ottobre 2018, riammettendovi proprio la lista Fronte democratico per la Bat, che inizialmente il dirigente aveva escluso: in quel caso, avevano proposto ricorsi Giuseppe Corrado e Nadia Giovanna Orietta Landolfi, rappresentati e difesi dall'avvocato Mastrapasqua, e Laura Di Pilato, difesa dall'avvocato Guantario.

Tuttavia, il Tar non si era espresso in merito alla seconda richiesta del ricorso della Di Pilato, che puntava all'esclusione della lista del centro-destra, chiarendo che, in quella fase, avrebbe potuto soltanto riammettere liste, non escluderne altre.

L'esclusione sarebbe potuta avvenire solo all'esito del voto del 31 ottobre, qualora uno o più candidati consiglieri non eletti avessero proposto ricorso contro gli eletti di Insieme per la Bat.

Tale circostanza si sarebbe verificata con l'azione promosso da Bufo. Fra le maggiori censure rappresentate nel suo ricorso, la lista Insieme per la Bat, oltre a riportare la cancellazione del candidato Andrea Barchetta per Micaela Davanzo, contestata dagli sottoscrittori Riccardo Frisardi, Luigi Di Noia e Marco Di Vincenzo, ricomprendeva al dodicesimo posto anche Angela Lucia Di Gregorio, che però era stata la sottoscrittrice della lista: tale fattispecie non sarebbe ammessa dalla normativa in vigore.

Diversa, evidentemente, la posizione del Tar. Se ne attendono le motivazioni.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Progetto Udito

Notizie del giorno

Rapporti con il Pd di Trani, Bottaro precisa: «Ottimi con il segretario, difficili con il gruppo consiliare» Trani, dopo il finanziamento, a villa Telesio arriverà l’illuminazione gratis. La dona Amet Villa Telesio a Trani, Barresi: «Il sindaco loda l'illuminazione, ma ha perso dei finanziamenti» Lungomare di Trani, partiti i lavori sulla piazzetta fra via Rovigno e via Parenzo: spesa, 10mila euro Trani, per una villa che si riqualifica ce n’è una che è discarica: villa Bini Trani, al posto dell'Agenzia delle dogane l'Ufficio per il gratuito patrocinio Tari a Trani, richieste di agevolazioni ed esenzioni fino al 28 febbraio. Tutte le info Diocesi di Trani, ecco il Collegio dei consultori e il Gruppo di lavoro per lo studio del libro sinodale Vuoi diventare mentore di atleti disabili? Oggi incontro a palazzo Beltrani È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Nuova era» Ancora appuntamenti di rilievo per AdMaiora Trani: domani, a Roma, Beppe Convertini presenta il suo nuovo libro Teatro a Trani, arriva il “Venerdì a teatro”: primo appuntamento, venerdì prossimo, con "Tre preti per una besciamella" Santo Graal di Trani, domani sera si gioca al «Cervellone» Il Partito democratico di Trani verso il congresso: sabato prossimo, chiusura del tesseramento e convenzione cittadina Festa di san Sebastiano, celebrazioni a Trani domenica prossima Aperte le iscrizioni per la "Passeggiata Ecologica" nell'ambito della della sesta edizione del Cross di Trani Riparte "Jazz e dintorni" a Trani: primo appuntamento, venerdì 25 gennaio con Ron "Trani sul filo", domenica prossima a palazzo Beltrani lo spettacolo "Charlot in primo piano" Il vescovo di Trani nell'anniversario dell'ordinazione: «Non basta vivere civilmente se ci si chiude nell'egoismo» Trani 2020, Bottaro vorrebbe ricandidarsi ma scarica il Pd: «Partito debole e in crisi, io costretto a confrontarmi con 12 consiglieri» Barresi al sindaco di Trani: «Pensa solo alla sua ricandidatura, mentre la città è in stato di degrado» Dopo il nuovo boom di ascolti, da oggi in libreria i volumi su La compagnia del Cigno. C'è anche quello dedicato alla ragazza di Trani Escalation di molestie contro vittima e familiari: dopo undici denunce, arrestato stalker di Trani «Associazione per delinquere e corruzione», la Procura di Lecce fa arrestare due ex magistrati di Trani: Antonio Savasta e Michele Nardi Fitto casa a Trani, il Comune anticiperà i fondi per la premialità: i tempi di pagamento si ridurranno Varchi elettronici a Trani, ne arrivano altri tre in via Mario Pagano e dintorni: spesa, 52mila euro
PUBBLICITA' Incos