Varchi elettronici a Trani, ne arrivano altri tre in via Mario Pagano e dintorni: spesa, 52mila euro

Si appresta a salire a sette il numero dei varchi elettronici presenti in città. Allo stato tre sono regolarmente funzionanti, un quarto sta per entrare in attività e gli ultimi tre, a breve, saranno acquistati per essere successivamente installati e avviati.

Lo ha determinato il dirigente della Polizia locale, Leonardo Cuocci Martorano, prenotando una spesa di 52.000 euro per la dotazione di tre varchi elettronici per una migliore gestione del traffico veicolare fra Mario Pagano, piazza Libertà e strade a corona come via Lagalante, via Fusco e via Casale.

Anche in questo caso la ditta prescelta è la Bridge 129 Safety and security, di Reggio Emilia, che si è già incaricata della installazione e manutenzione dei varchi attualmente esistenti.

«Da tempo - spiega il dirigente - si è reso necessario provvedere alla disciplina della circolazione veicolare, nella zona a traffico limitato fra via Mario Pagano e piazza Libertà, attraverso sistemi di interdizione manuali o meccanici (rispettivamente transenne e dissuasori, ndr) che, nel tempo, si sono mostrati non conformi alla gestione ottimale dell'area pedonale».

Infatti, soprattutto i dissuasori hanno sofferto di ripetuti malfunzionamenti, come dimostra la coppia dei pilomat presenti in via Mario Pagano, nei pressi dell'intersezione con via Annunziata: troppo frequentemente fanno i capricci e consentono ai veicoli di transitare anche durante orari in cui l'area pedonale dovrebbe essere vigente.

In quel tratto del centro urbano, che fa da cerniera con quello storico, s'è da tempo preso atto del fatto che le auto, meno circolano e meglio è per tutti. Se ne sono fatti una ragione soprattutto i commercianti che, inizialmente divisi, sembra abbiano poi accolto l'introduzione dell'area pedonale con favore.

Peraltro, la zona è attualmente oggetto di totale chiusura e conversione in area pedonale nei fine settimana, partendo dalla mattina del sabato fino alla conclusione della domenica. Pertanto il sindaco, Amedeo Bottaro, e l'assessore alla Polizia locale, Cecilia di Lernia hanno chiaramente espresso l'indirizzo di ricorrere all'uso di tecnologie di riconoscimento automatico delle targhe, per gestire in autonomia e sicurezza l'area della a zona traffico limitato, anche a causa delle perduranti carenze di organico della polizia locale.

I tre nuovi varchi saranno ubicati uno nella già citata intersezione fra via Mario Pagano e via Annunziata, gli altri due in luoghi che l'amministrazione comunale successivamente individuerà: quasi certamente saranno l'intersezione fra via Bovio e via Fusco e, soprattutto, l'imbocco di via San Giorgio da via Mario Pagano.

Un altro varco elettronico, già da tempo montato fra piazza Trieste e via Porta vassalla, e precisamente accanto all'ingresso di Palazzo Gadaleta, sede del Tribunale fallimentare, sta per essere attivato. Mancano solo le autorizzazioni finali da parte di Enel, l'allaccio elettrico di Amet e poi il sistema potrà tutelare un'ampia zona traffico limitato che comprenderà Piazza Sacra regia udienza, piazza e via Dogali, piazza Monsignor Reginaldo Addazi.

L'obiettivo dell'amministrazione comunale è sostituire progressivamente tutti i dissuasori esistenti con sistemi di varchi elettronici. Anche perché, nel frattempo, i malfunzionamenti si susseguono e, per riparare quelli tuttora non funzionanti, recentemente lo stesso dirigente ha dovuto impegnare una nuova spesa di 6.700 euro per intervenire in via San Giorgio, piazza Cesare Battisti, via Rossini, piazza Duomo, via Mario Pagano.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Incos

Notizie del giorno

Abusivi alla media Bovio, prime «interferenze» con la popolazione scolastica: il preside scriverà a Comune e Commissariato FOTO e VIDEO. Lungomare di Trani, iniziati i lavori nella piazzetta tra via Rovigno e via Parenzo Trani, installati i proiettori in piazza Longobardi “Trani t’incanta 2019”, pubblicato l’avviso per le manifestazioni primaverili, estive e natalizie. Tutte le info Acque reflue del depuratore di Trani, inizia la progettazione. Il commento di Santorsola e Bottaro Nasce anche a Trani la sezione de "La giusta causa" Scrivere a macchina fra i Sassi di Matera: domenica prossima, da Trani, la Fondazione Seca «esporta» i suoi modelli nella Capitale europea della cultura 2019 Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana "Venerdì a teatro" all'Impero di Trani, nuovo appuntamento oggi con "Napoli milionaria" Santo Graal di Trani, oggi tributo ai Guns N' Roses "Cellule staminali, una risorsa per la vita": oggi convegno a Trani Trani, da oggi a domenica il corso intensivo di formazione sulla dottrina sociale della Chiesa Trani, domani assemblea pubblica di Comitato bene comune Trani, San Nicola torna a casa: domani la statua del patrono sarà ricollocata nell'edicola dell'ex ospedaletto Trani, domani cerimonia e concerto della Fondazione Ciccolini Domani, a Trani, presentazione del libro "La gente per bene" Domani, al Dino Risi di Trani, "Francesco Greco ensemble". Biglietti già disponibili Domenica prossima, alla Lega navale di Trani, la conferenza della Società italiana di malacologia Domenica prossima a Trani presentazione del libro di Catena Fiorello, "Tutte le volte che ho pianto" Stagione concertistica a palazzo Beltrani: nuovo appuntamento, domenica prossima Biblioteca di Trani, aggiudicazione definitiva al gestore già presente, la Imago Colonne della via Traiana nella villa di Trani, la Turenum pro loco dona un cartello turistico Ex ospedale di Trani, Di Bari e Di Lernia (M5stelle): «Dagli altri, solo propaganda politica. Inascoltate le nostre proposte» Ex ospedale di Trani, Ventura (Pd) difende l'operato del sindaco Ex ospedale di Trani, Briguglio invita a non commettere un altro errore: «Evitiamo di regalare anche l'ex convento Agostiniani di piazza Gradenigo» Consiglio comunale di Trani, nasce l'Intergruppo con Carlo Laurora e Mimmo Briguglio. Cinque stelle, entra Branà Polizze assicurative, l’Amet Trani emana un bando biennale Sanitaservice Puglia, la denuncia dei sindacati: «Non garantiti i diritti dei lavoratori, oggi manifestazione di protesta» Carcere di Trani, il Sappe chiede di chiudere la sezione blu: «È una offesa ai diritti umani»
PUBBLICITA' Ufficio 2000