Nuova giunta di Trani, Comitato bene comune: «Sempre gli stessi giochetti, e la città paga le conseguenze»

È dal 1995, anno in cui fu introdotta l’elezione diretta del sindaco, che riviviamo sempre le stesse dinamiche. Nomina iniziale di giunte tecniche o parzialmente tali, consiglieri che rivendicano visibilità e passano da uno schieramento all’altro, sindaci che pur di rimanere in sella scendono a patti rivedendo la giunta ogni uno, due anni. E ancora una volta la nostra città, nonostante gli esempi negativi del passato e dei comuni limitrofi, si è resa protagonista di un nuovo rimpasto in cui a subentrare nella giunta sono stati per la maggior parte consiglieri comunali.

Addirittura tra loro un ex sindaco, il cui calvario ebbe inizio proprio con l’ingresso nella giunta di un ex consigliere.

“Politica” - se analizziamo l’etimologia della parola - significa che attiene alla città. Ma c’è da chiedersi dove sia l’attinenza con la città quando vediamo consiglieri candidati in una coalizione passare durante il mandato all’altra, o esprimere giudizi negativi sull’operato dell’amministrazione per poi cambiare idea in cambio di un ruolo in giunta. Viene da pensare che l’attinenza più che con la città sia con le ambizioni personali.

“Un anno per curare, uno per progettare, tre per realizzare”, lo slogan del sindaco in campagna elettorale sembra essersi trasformato, con le continue sostituzioni degli assessori, in “sei mesi per progettare e sei mesi per passare le consegne”, tant’è che di progettualità se n’è vista ben poca. Qualcosa è stato fatto, ma di certo ben poco, dato che quasi nessun assessore ha avuto la possibilità di compiere un intero mandato.

In tutto questo il principale responsabile è il sindaco, la cui disponibilità a cedere a veti e richieste manda in fibrillazione i partiti, che ormai nascono e muoiono in prossimità delle elezioni. Un sindaco che ama la politica e ha a cuore la sua città non viene a patto con i singoli, non accetta di mandare via un assessore di cui loda l’impegno per liberare il posto ad un altro che fa i capricci. Un bravo sindaco resiste alle pressioni anche a costo di rimettere il mandato.

Cedere anche una sola volta significa legittimare nuove rivendicazioni. E già si manifestano i primi mal di pancia da parte di quel gruppo a cui è stato affibbiato forzatamente un assessore e che ora scalpita per averne un altro.

A chi giova una città governata da consiglieri e assessori che non sono più espressioni dei partiti? Se oggi il paese è alla deriva è proprio per l’assenza dei luoghi, i partiti, in cui collettivamente si facevano analisi, scelte, discussioni. Gramsci lo chiamava “intellettuale collettivo”, ma anche qualche assessore di questa giunta che dovrebbe averlo letto, se non persino spiegato, sembra averlo dimenticato.

Siamo stanchi di assistere al solito gioco delle parti: la denuncia dei comportamenti quando si è all’opposizione e la loro replica quando si è al governo; la frequenza e la breve durata delle commissioni consiliari che vedono d’accordo su questo consiglieri di destra, centro e centrosinistra; i componenti dei seggi elettorali, abolito il “troppo democratico” sorteggio, nominati, addirittura qualcuno su Facebook; le assunzioni dei parenti nelle partecipate. Sono questi comportamenti che hanno spalancato le porte a populisti e sovranisti, e il futuro non sembra riservarci nulla di buono. Nascono come funghi ogni giorno nuovi movimenti con le stesse logiche di sempre.

I cittadini tranesi non meritano di assistere ancora a questi film già visti e rivisti; per il futuro vogliamo scrivere un soggetto originale, in cui la protagonista, la Politica, cessi di essere terreno di accordi personali e torni ad essere, dopo tanto tempo, luogo di confronto, condivisone e partecipazione.

Vincenzo Ferreri – Antonio Carrabba

Comitato Bene Comune

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Progetto Udito

Notizie del giorno

Lungomare di Trani, procedono i lavori sulla pista ciclabile. Già bitumata piazza Plebiscito Europee, la pioggia allontana gli elettori dai seggi: a mezzogiorno, a Trani, ha votato poco più del 10 per cento Elezioni europee, tutte le info. Trani sarà l’unico comune della Bat che trasmetterà telematicamente i dati elettorali in Prefettura Elezioni europee, nella Barletta-Andria-Trani chiamati alle urne in 320mila. Le modalità del voto Elezioni europee, a Trani la spesa è 202mila euro Immobili da liberare, manca ancora all'appello quello accanto all'ex ospedale di Trani Giochi sportivi studenteschi, le alunne del “Vecchi” di Trani campionesse regionali di atletica leggera È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Rinascita» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Al Santo Graal di Trani, oggi, The rock night "Maggio dei libri" al Polo Museale di Trani, oggi l'ultimo appuntamento Trani, proseguono gli appuntamenti del "Festival di arte e musica per bambini e ragazzi" «L’arte vien dal mare»: oggi inaugurazione della mostra alla Lega navale di Trani A Trani, oggi, la presentazione del libro «Codice rosso» A Trani, oggi, una giornata di prevenzione con esami gratuiti Oggi, a Trani, presentazione del libro di Lucio Montanaro, «Il meglio della vita mia» Palazzo Beltrani, al via la rassegna “Jazz a corte”: primo appuntamento, stasera Trani religiosa, la festa liturgica in onore di San Nicola il Pellegrino. Il programma Bando regionale per il rinnovo dei mezzi Amet, incontro a Trani domani AGGIORNATO. Spiagge libere con servizi a Trani, giovedì prossimo inaugurazione della «Baia del pescatore» Spiagge libere con servizi a Trani, il 2 giugno l'apertura del «Mongelli» “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci Trani, fino ad oggi la mostra di Mimmo Rotella “SeriDécollages” Trani, urgono allacciamenti ai nuovi palazzi: bitumazione di via Malcangi ferma da quasi un mese per non rovinarla dopo «Chiavi della città», Altieri respinge le accuse nell'interrogatorio: «Io non prestanome, ma garanzia per Trani nel Trani» Caso Papa Giovanni, il consulente del Comune di Trani: «Stanco delle continue accuse, ho lavorato con professionalità» Trani, ritorna l’ordinanza anti incendi: obbligo di rimozione sterpaglie entro il 15 giugno Terremoto a Trani, Briguglio risponde al presidente della Provincia Bat: «Solo strumentalizzazioni» Servizio 118, anche la Barletta – Andria – Trani tra le prime 10 province in Italia Assistenza specialistica nella Barletta – Andria – Trani, nuovamente sospeso il servizio Assistenza specialistica nella Barletta - Andria - Trani, la Provincia precisa: «Continuerà fino al 1mo giugno»
PUBBLICITA' Avicola Colangelo