Parcometri a Trani, 743 euro nelle prime sei ore. Bottaro: «Vi spiego perché si è atteso tanto». Tutte le info

«Perché ci abbiamo messo tanto? Perché prima lo strumento giuridico del noleggio non era così affidabile come si è rivelato oggi e, soprattutto, troppe erano ancora le incertezze sul fatto se Amet avesse potuto, o meno, continuare a svolgere il servizio in house della sosta a pagamento. La questione dobbiamo ancora dirimerla, ma almeno abbiamo potuto fare emanare la gara attraverso la quale, per almeno 17 mesi, avremo 20 parcometri, tutti di ultima generazione, finalmente a disposizione dell'utenza».

Così il sindaco Amedeo Bottaro introducendo la presentazione del nuovo sistema di pagamento della sosta. Al suo fianco il presidente di Amet Spa, Francesco De Marinis, l'Amministratore delegato, Giuseppe Paolillo, ed il componente del Consiglio di amministrazione Serena Cannone.

I parcometri vanno finalmente ad inserirsi nel tassello mancante fra grattini e applicazioni da smartphone. Gli attuali 20 coprono per il momento buona parte del fabbisogno cittadino, sebbene il numero previsto totale sia 43.

Per il momento si fa di necessità virtù con i tre del lungomare che, alla fine della stagione estiva (quando si interromperà la sosta a pagamento in quelle aree), saranno spostati in zone centrali andando ad arricchire la dotazione nel centro urbano.

La tolleranza per l'automobilista sarà di 5 minuti dal parcheggio: in quel tempo dovrà raggiungere il parcometro, farsi rilasciare lo scontrino a seguito del pagamento e posizionarlo visibilmente in auto.

In quel breve lasso di tempo l'eventuale controllo da parte dell'ausiliario del traffico determinerà il rilascio di un avviso di cortesia. Al termine dei 5 minuti di tolleranza ci sarà, invece l'effettiva sanzione.

Intanto ieri sera, in sole 6 ore dalle 18 alle 24, Amet ha incassato 743 euro, segno del fatto che i parcometri erano attesi e sono anche graditi.

Fra le innovazioni più importanti di questo tipo di dispositivo, realizzato da Siemens e che si chiama «Pecuni 7», fornito dalla Input, di Genova, la possibilità di prolungare la sosta anche da una colonnina ben distante rispetto al luogo in cui si è parcheggiata la vettura.

Questo grazie al fatto che tutti i parcometri sono collegati tra loro, attraverso un database collegato con la sede dell'azienda, e che permette pertanto, grazie al fatto di avere immesso il numero di targa del veicolo (circostanza obbligatoria) di continuare a pagare la sosta anche da remoto.

Tempi e modi del parcheggio a pagamento restano gli stessi, mentre i controlli saranno più serrati grazie al fatto che gli ausiliari del traffico sono, adesso, dotati di un'auto aziendale con la quale spostarsi più facilmente da una zona all'altra. Agli stessi ausiliari il compito del cosiddetto «scassettamento» delle colonnine.

Le stesse, a breve, saranno coperte da vetrofanie che indichino in maniera chiara le applicazioni con cui pagare la sosta attraverso lo smartphone, in modo da integrare sempre meglio le tre modalità di pagamento del servizio.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Immobiliare Valenziano

Notizie del giorno

A Trani tre nuovi varchi elettronici: partiti i lavori per l'installazione del primo. Ecco dove sorgeranno Sistema Trani, rigettate tutte le richieste delle difese e fissate le prossime tre udienze Tassazione delle piccole e medie imprese, Trani è la città più virtuosa della Bat. La Cna: «E si può fare anche meglio» Consiglio comunale, martedì la prima convocazione. Sette i punti all'ordine del giorno Contributi per il miglioramento sismico di edifici privati, domande entro il 27 settembre Dialoghi di Trani, oggi la cerimonia di premiazione del Premio Megamark. Il programma della quarta giornata I Dialoghi di Trani, terza giornata su tecnologia e comunicazione con Massimo Bray Da ottobre a Trani la scuola di recitazione di Pierluigi Corallo Cinema Impero, la programmazione della settimana Santo Graal, altro weekend coi fiocchi: oggi Tony Quadrello fa rivivere la musica d'autore, domenica tributo a Dalla e Daniele Il M5s di Trani cambia sede: la nuova sarà inaugurata, oggi, con la portavoce regionale Grazia Di Bari Tre giorni di street soccer organizzati dalla chiesa Pienovangelo di via Superga. Ultimo appuntamento, domani Archivio di Stato di Trani, domani l'inaugurazione della mostra "La storia dell’acqua nel territorio di Trani 1865-1931" Arsensum, domani e domenica una mostra in piazza Sacra regia udienza Settembre, mese mondiale dell'Alzheimer: domani screening gratuito a villa Nappi Prosegue, nello chalet della villa comunale di Trani, la mostra di Norberto Iera Ricominciano le attività del circolo Dino Risi. Si riparte dalla nuova collaborazione con i Dialoghi di Trani Regione Puglia, libri scolastici gratuiti e semigratuiti: domande entro il 23 ottobre Villa Seggettaro sta per riaprire: Trani soccorso la presenterà alla città il 28 e 29 settembre Contributo dal Comune di Trani, ci scrive la Fondazione Seca: «Tendenzioso averci accomunato a quelli erogati per l'Estate tranese 2019» Opere pubbliche, il Comune di Trani pone le scuole in testa alle nuove priorità del 2019: l'allargamento di due strettoie slitta agli ultimi due posti Scuola De Amicis di Trani, da quest'anno tutta la primaria sotto lo stesso tetto: ricavate quattro nuove aule con lavori per 50mila euro Dialoghi di Trani, seconda giornata sull'Europa meticcia del 2019, il poeta al tempo dei social, la politica cui non partecipa nessuno e l'emergenza ambiente Trani, su Palazzo Carcano ed ex Angelini l'allarme di Laurora (Iic): «Strane correlazioni tra i due progetti, ma noi diciamo no ad ogni speculazione urbanistica» Lega navale di Trani: dopo un settembre ricco di successi si prepara ad ospitare il campionato italiano di drifting per società Segnaletica stradale, la Nuova Fise Srl Galatone si aggiudica l’affidamento per 61.000 euro La notte è fatta per lavorare: l'agenda di rifacimento strade e segnaletica. Di Lernia: «Abbiamo prediletto la zona nord di Trani» Trani, degrado stradale e pericolo in via Cappuccini: esposto del movimento civico Articolo97
PUBBLICITA' Progetto Udito