Trani, la storia di Villa Maggi dal crollo spontaneo di due anni e mezzo fa al ricorso al Capo dello Stato

La vicenda di Villa Maggi parte il 31 marzo 2017, quando una porzione dell'immobile veniva interessata da un crollo spontaneo, con conseguente collasso dei solai sottostanti.

Nella stessa data il Comune di Trani adottava l'ordinanza numero 12, per l'esecuzione di opere e attività urgenti atte a scongiurare ogni eventuale danno a persone e cose.

Il giorno successivo la proprietà si attivava presentando al Comune una regolare Segnalazione certificata di inizio attività, inerente le opere di messa in sicurezza dell'immobile.

Il 14 aprile la proprietà dava inizio ai lavori sulla base di quanto disposto nell'ordinanza, previsto dal regolamento edilizio comunale ed indicato nella stessa Scia.

A distanza di poche ore, gli agenti della Polizia locale, con un tecnico dell'Area urbanistica del Comune, effettuavano un sopralluogo presso l'area oggetto dell'intervento, per verificare la regolarità delle attività in corso.

Nella stessa data, con l'ordinanza numero 13, il Comune disponeva la sospensione dei lavori sull'immobile, contestando l'inefficacia della Scia e, in particolare, «la demolizione di ulteriori e ingenti porzioni dell'immobile, differenti da quelle oggetto del precedente crollo e, nello specifico, riguardanti i prospetto principale».

Il 22 maggio 2017 la Soprintendenza comunicava l'avvio del procedimento di dichiarazione dell'interesse culturale dell'immobile, motivandolo come «esempio di interesse storico e artistico e rilevante modello di immobile che appartiene alla tipologia delle residenze di campagna della ricca borghesia tranese, che facevano da corona alla città ottocentesca».

Il 26 maggio il Comune di Trani emanava la terza ordinanza, disponendo il ripristino dello stato dei luoghi «ante interventi del 31 marzo».  La proprietà esercitava il diritto di accesso agli atti e procedeva a depositare il ricorso al Capo dello Stato.

La proprietà, rappresentata dal professor Salvatore Dettori, del Foro di Roma, il 3 agosto 2017 ha proposto ricorso al Presidente della Repubblica chiedendo, in via cautelare, la sospensione degli effetti dei provvedimenti amministrativi impugnati (due ordinanze comunali e la proposta dichiarazione di interesse culturale dell'immobile da parte della Soprintendenza) e, nel merito, l'annullamento degli stessi.

Il ricorso parte dalla considerazione della presunta contraddittorietà dei provvedimenti adottati dal Comune di Trani.  Quanto al possibile vincolo da apporre sull'immobile, «nessun vincolo - si legge nel ricorso - è stato mai apposto attraverso il Piano urbanistico generale richiamato nella terza e ultima ordinanza comunale, né tanto meno la Soprintendenza aveva mai indicato quel luogo come di interesse».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Trani, impatto bus-auto all'incrocio di Colonna: due feriti, vettura distrutta e semaforo abbattuto A Trani tre nuovi varchi elettronici: partiti i lavori per l'installazione del primo. Ecco dove sorgeranno Sistema Trani, rigettate tutte le richieste delle difese e fissate le prossime tre udienze Dialoghi di Trani, oggi la cerimonia di premiazione del Premio Megamark. Il programma della quarta giornata I Dialoghi di Trani, terza giornata su tecnologia e comunicazione con Massimo Bray. E l'approfondimento sulle storie di sei jahidisti italiani Tassazione delle piccole e medie imprese, Trani è la città più virtuosa della Bat. La Cna: «E si può fare anche meglio» Consiglio comunale, martedì la prima convocazione. Sette i punti all'ordine del giorno Contributi per il miglioramento sismico di edifici privati, domande entro il 27 settembre Da ottobre a Trani la scuola di recitazione di Pierluigi Corallo Cinema Impero, la programmazione della settimana Santo Graal, altro weekend coi fiocchi: oggi Tony Quadrello fa rivivere la musica d'autore, domenica tributo a Dalla e Daniele Il M5s di Trani cambia sede: la nuova sarà inaugurata, oggi, con la portavoce regionale Grazia Di Bari Tre giorni di street soccer organizzati dalla chiesa Pienovangelo di via Superga. Ultimo appuntamento, domani Archivio di Stato di Trani, domani l'inaugurazione della mostra "La storia dell’acqua nel territorio di Trani 1865-1931" Arsensum, domani e domenica una mostra in piazza Sacra regia udienza Settembre, mese mondiale dell'Alzheimer: domani screening gratuito a villa Nappi Prosegue, nello chalet della villa comunale di Trani, la mostra di Norberto Iera Ricominciano le attività del circolo Dino Risi. Si riparte dalla nuova collaborazione con i Dialoghi di Trani Regione Puglia, libri scolastici gratuiti e semigratuiti: domande entro il 23 ottobre Villa Seggettaro sta per riaprire: Trani soccorso la presenterà alla città il 28 e 29 settembre Contributo dal Comune di Trani, ci scrive la Fondazione Seca: «Tendenzioso averci accomunato a quelli erogati per l'Estate tranese 2019» Opere pubbliche, il Comune di Trani pone le scuole in testa alle nuove priorità del 2019: l'allargamento di due strettoie slitta agli ultimi due posti Scuola De Amicis di Trani, da quest'anno tutta la primaria sotto lo stesso tetto: ricavate quattro nuove aule con lavori per 50mila euro Dialoghi di Trani, seconda giornata sull'Europa meticcia del 2019, il poeta al tempo dei social, la politica cui non partecipa nessuno e l'emergenza ambiente Trani, su Palazzo Carcano ed ex Angelini l'allarme di Laurora (Iic): «Strane correlazioni tra i due progetti, ma noi diciamo no ad ogni speculazione urbanistica» Lega navale di Trani: dopo un settembre ricco di successi si prepara ad ospitare il campionato italiano di drifting per società Segnaletica stradale, la Nuova Fise Srl Galatone si aggiudica l’affidamento per 61.000 euro La notte è fatta per lavorare: l'agenda di rifacimento strade e segnaletica. Di Lernia: «Abbiamo prediletto la zona nord di Trani» Trani, degrado stradale e pericolo in via Cappuccini: esposto del movimento civico Articolo97
PUBBLICITA' Ufficio 2000