Ex sciala Torelli, piove sul bagnato: la Corte dei conti contesta agli ex amministratori una frode comunitaria da 800mila euro

«Del procedimento sono stata informata soltanto da poche settimane. Non inciderà sulla procedura liquidatoria, che è in atto e confido di portare a termine in tempi brevi, ma potrebbe farlo, sebbene parzialmente, con riferimento alle responsabilità della proprietà del bene precedentemente alla curatela fallimentare».

Così l'avvocato Tiziana Carabellese, curatore fallimentare della ex sciala Torelli, sul lungomare Cristoforo Colombo, dichiarata fallita il 12 ottobre 2018 e che adesso torna al centro della cronaca per un giudizio pendente presso la Sezione giurisdizionale per la Puglia della Corte dei Conti.

Infatti, la Procura generale ha citato la società Torelli srl ed il suo legale rappresentante, Ciro Martire, 63 anni, di Andria, a comparire all'udienza che si terrà il prossimo 19 dicembre.

La richiesta della pubblica accusa è di condannare la Torelli e Martire, in solido, al pagamento in favore della Regione Puglia di 794.544 euro: infatti, la Corte dei conti contesta loro il danno erariale per avere ottenuto, con artifici e raggiri, un finanziamento regionale pari alla somma contestata e che si chiede di restituire.

L'udienza, inizialmente fissata il 21 giugno scorso, con le parti non costituite e non presenti in aula, è stata rinviata al 19 dicembre per consentire la corretta notifica degli atti tramite la Guardia di finanza, circostanza che è avvenuta anche all'indirizzo del curatore fallimentare, nella prima occasione non informato del procedimento contabile pendente, poiché l'organo inquirente quasi certamente neanche conosceva l'avvio della procedura di fallimento.

Parallelamente al procedimento contabile, ne prende anche uno penale, originato dalla denuncia di danno erariale trasmessa il 14 ottobre 2017 dalla Guardia di finanza alla Procura della Repubblica di Trani, nei confronti della società Torelli srl, per avere percepito illecitamente un finanziamento nell'ambito dei fondi strutturali dell'Unione europea.

Nello specifico, l'organo di polizia giudiziaria evidenziava che il contributo pubblico era stato erogato nell'assenza dei presupposti richiesti dalla legge, poiché la documentazione presentata dalla società ai fini del conseguimento del finanziamento era risultata parzialmente falsa e la finalità iniziale del progetto disattesa.

Nel 2010 la Regione Puglia aveva emanato un bando, per un importo complessivo di 1.386.000 euro, per l'aggiornamento con le ultime tecnologie di tutta la linea di lavorazione dei prodotti ittici, riammodernamento di tutti gli impianti già esistenti, nonché effettuazione, attraverso un laboratorio interno, della ricerca, ispezione e sorveglianza su alimenti, ambienti e materiale biologico.

La Torelli presentava il suo progetto ottenendo, innanzi tutto una somma di 415.000, e poi i successivi saldi fino a giungere all'importo complessivo di poco meno di 800.000 euro.

A liquidazione avvenuta la Guardia di finanza effettuava una serie di controlli finalizzati a verificare la legittimità della concessione e dell'impiego delle risorse destinate ai contributi pubblici, chiedendo l'acquisizione del fascicolo relativo al contributo concesso alla Torelli.

Dalla documentazione emergevano una serie di criticità che inducevano le Fiamme gialle a compiere un controllo presso la ditta: venivano così rilevate alcune, ulteriori criticità nei preventivi presentati e si procedeva così all'escussione dei legali rappresentanti delle ditte che avevano emesso preventivi in favore della società, in relazione ai lavori da realizzare nell'ambito del progetto finanziato dalla Regione.

In tal modo emergevano palesi discordanze fra quanto dichiarato, e quindi finanziato, e quanto effettivamente realizzato: alcuni titolari di officine dichiarano di non avere mai eseguito lavori; altri disconoscevano le proprie firme su fatture; in altri casi si provava la manipolazione di alcuni documenti contabili.

Inoltre, il titolare di uno studio di ingegneria tranese dichiarava di avere realizzato soltanto in parte i lavori edili previsti nel progetto poiché, per quanto riguarda i restanti, «il committente distraeva i fondi per altri lavori ritenuti da lui prioritari - ha dichiarato il professionista all'organo di polizia giudiziaria -, invece di quelli previsti nel progetto da me redatto».

Per tale motivo il professionista non aveva mai rilasciato il certificato di regolare esecuzione dei lavori, né mai redatto contabilità dopo gli stessi.

All'esito dei controlli effettuati, pertanto, la Guardia di finanza deferiva alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani la Torelli, il suo legale rappresentante ed i soci, Detto, Paradiso e Patella, per il reato di concorso in truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche: il procedimento penale è tuttora pendente.

Contestualmente si attivava la Corte dei conti, che ipotizza carico degli imputati il danno erariale e il dolo, mentre la Regione Puglia avviava il procedimento di revoca totale del contributo pubblico e contestuale recupero delle somme erogate.

Dunque. piove sul bagnato per l'ex stabilimento di stabulanzione mitili, già al centro di recenti episodi di cronaca a causa di un tentativo di furto e di un principio d'incendio.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Incos

Notizie del giorno

Trani, forti raffiche di vento: villa comunale chiusa, alberi spezzati e caduta di pali in diverse zone della città Al pareggio della Vigor risponde subito il Corato: il Trani non riesce a fermare la capolista Trani, ottima la prima di «Venerdì a teatro». Prossimo spettacolo, il 6 dicembre, anche con le musiche di Stefano D'Orazio Trani, alla scoperta del «fenomeno» Domenico Bini: uscirà a breve il docufilm a cura di Giuseppe del Curatolo e del circolo del cinema Dino Risi La strenna di Natale di Palazzo Beltrani saranno le opere di Tina Modotti: la mostra antologica è in programma dal 7 dicembre al 6 gennaio Il Trani torna dalla Campania con uno 0-3, ma tante indicazioni confortanti contro la capolista imbattuta Juve e Fortitudo, servono punti: la prima a Barletta, la seconda riceve Foggia È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Destini» Santo Graal di Trani, oggi Dario Maltese canterà De André Cinema Impero, la programmazione della settimana “Metti un libro a teatro”: giovedì prossimo parte la stagione teatrale dell'Impero Ritornano all'Impero i «Venerdì a teatro» a cura di Compagnia dei Teatranti e Comune di Trani: prossimo appuntamento, il 6 dicembre Trani,oggi alla parrocchia dello Spirito Santo un convegno su san Giuseppe Moscati «A teatro con i Guitti», parte oggi la stagione teatrale 2019/2020 Contributo libri di testo, da giovedì prossimo si possono consegnare gli scontrini dell'acquisto "Cantata a Cecilia", venerdì prossimo serata di meditazione e canto alla parrocchia di Santa Chiara “Alimentazione e benessere per nonni e nipoti”, prosegue il corso di formazione gratuito a villa Guastamacchia: ultimo appuntamento, sabato prossimo Concorsi Amiu Trani, diffuso il calendario delle preselezioni in Fiera del levante: si parte il 26 novembre con il primo livello. Tutte le info "Jazz e dintorni", continuano gli appuntamenti al teatro Impero: il prossimo è il 29 novembre, con Danilo e Oona Rea A Trani vige la legge della fiamma ossidrica: via Olanda, nuovamente occupata l'ex casa del nonnetto sgomberata un anno fa. Non è bastato blindarne l'accesso Fitto casa 2018, per i cittadini un contributo di oltre un milione di euro: è il più alto degli ultimi anni Amet di Trani, Filctem Bat: «Nuovo Cda e Comune come intendono procedere?» Castello Svevo, anche per gli ultimi due mesi dell'anno restrizioni sugli orari di ingresso. E il 26 dicembre il maniero resterà chiuso Diritti a Scuola, Fratoianni e Santorsola: «Impegno mantenuto, tutelati i docenti pugliesi» Revisione dei valori di stima dell'Imu, Barresi (Iic): «Chi impedisce la realizzazione di questo provvedimento?» Il M5S di Trani celebra la festa nazionale dell'albero: oggi la piantumazione in diverse scuole Giovani eccellenze cercasi, torna il premio regionale "Studio in Puglia perché" Judo Trani, ottimi risultati al trofeo internazionale de L'Aquila. E Angelo Rutigliano conquista la cintura nera Fretta, incoscienza e un frigo di troppo sul tetto: Trani, auto abbatte barriera del passaggio a livello. Identificato e sanzionato il responsabile
PUBBLICITA' AllarmEvolution