Primarie in Puglia, il confronto fra i quattro candidati. Idee diverse, ma un un'unica voce: «Questo appuntamento è importante per la regione»

Quattro contendenti per un unico posto come candidato del centro sinistra alla carica di governatore della Puglia. L’attuale presidente della Regione, Michele Emiliano; il consigliere regionale del Pd, Fabiano Amati; l'ex eurodeputata Elena Gentile, e il sociologo Leonardo Palmisano saranno i protagonisti delle primarie che si svolgeranno domenica 12 gennaio.

Sicuramente, rispetto agli scorsi anni, queste primarie sono rimaste un po’ in sordina e l’unico confronto televisivo dei quattro candidati è avvenuto venerdì 3 gennaio su Telenorba, durante il programma Il Graffio, condotto dal giornalista Antonio Procacci. Diversi i temi affrontati: dall’importanza delle primarie alla sanità, dai fondi europei all’ex-Ilva.

Quello del 2020 sarà il quarto esperimento delle primarie del centro sinistra a livello regionale, dopo quanto accaduto nel 2005 e del 2010 con la vittoria di Nichi Vendola e nel 2014 con Emiliano che staccò Guglielmo Minervini e Dario Stefano. Ed è proprio il senatore del Pd ad aver espresso dubbi sulle primarie di quest’anno. Dubbi e polemiche che non sono rimasti sospesi, ma che hanno visto la pronta replica di Michele Emiliano: «Queste sono primarie vere, ma al di là di come andrà questo scontro, alla fine staremo tutti insieme. Nonostante ci sia qualcuno che è pronto a saltare su una barchetta, ma spaccare il centrosinistra è una cosa che noi non faremo».

Anche gli altri tre candidati credono nell’importanza delle primarie. Amati ha esortato Dario Stefano, Italia Viva, La Giusta Causa e Azioni a prendere posizione durante le primarie: «Non si può dire al presidente uscente ora resta a casa. Emiliano va sfidato e si può battere, come Vendola riuscì a battere Boccia nel 2005. Mi sono candidato per attestare una differenza - spiega Amati a Il Graffio -, ho soluzioni diverse rispetto ad Emiliano».

Anche Elena Gentile ha sostenuto le primarie per la scelta del candidato presidente: «Sono convinta - ha detto - che le primarie servano al centrosinistra e alla Puglia. La nostra storia in questa Regione è nata proprio con le primarie del 2005. Ho posizioni critiche rispetto all’idea di allargamento della coalizione che ha Emiliano». Sulla questione primarie anche Palmisano si accoda ai tre: «Le primarie - ha sostenuto il sociologo - sono molto vere e utili. In questi giorni girando i circoli pugliesi sto riscontrando un sentimento che temevo si fosse perso».

Il punto, dunque, in cui i quattro candidati sono d’accordo è l’importanza di scendere in campo il 12 gennaio e dare la possibilità ai pugliesi di scegliere il candidato che si confronterà con quello del movimento 5 stelle (ovvero chi risulterà vincitore alla fine delle votazioni sulla piattaforma Rousseau) e del centro destra (Raffaele Fitto). Ed è proprio alle scelte fatte dall’europarlamentare quando era presidente della regione Puglia che Emiliano si oppone: «Nel 2001 Raffaele Fitto si inventò una norma per far quadrare i conti in sanità, cioè il blocco delle assunzioni. Noi facciamo le stesse cose dell'Emilia Romagna con 15mila dipendenti in meno, 90 milioni in meno sul fondo sanitario e 150 milioni di mobilità passiva».

Fari puntati dall’attuale governatore proprio sulla sanità pugliese dove non mancano attacchi impliciti alla precedente amministrazione regionale: «La sanità pugliese - ha aggiunto Emiliano - prima di me era penultima o ultima in Italia, adesso è tra le prime dieci. Io ci ho messo la faccia, non ho chiuso nessun ospedale, ho equilibrato l'offerta. Sui nuovi ospedali, quando sono arrivato era tutto bloccato.  Noi abbiamo azzerato e fatto ripartire tutte le procedure».

Ma, tra quello che c’è da migliorare ci sono sicuramente le liste d’attesa. A riguardo Fabiano Amati ha dichiarato che, se dovesse diventare presidente, prima di tutto abbatterebbe proprio queste: «C'è una disparità evidente tra i tempi di attesa nell'attività istituzionale e quelli nell'attività libero-professionale - ha detto -. La legge statale dice che l'attività privata va sospesa momentaneamente quando c'è questo disallineamento». Amati a riguardo ha parlato di «sabotaggio di una sua proposta di legge in consiglio regionale».

Diversa a riguardo la linea di pensiero di Elena Gentile: «È un diritto sacrosanto del paziente quello di individuare il proprio interlocutore medico. L'Emilia Romagna utilizza l'intramoenia per far scorrere le liste di attesa, senza aggravio per i pazienti». Il sociologo Palmisano ha sostenuto, invece, che il cambiamento della sanità pugliese debba passare attraverso l'integrazione tra «ospedali e medicina di prossimità. Occorre innalzare i livelli medi ovunque - ha detto durante la trasmissione -. Ci sono aree della Puglia ancora scoperte in alcuni servizi e bisogna puntare sulla sanità pubblica».

A tenere banco durante il confronto è stata ovviamente la questione ex-Ilva di Taranto. «Ci siamo battuti a lungo – ha dichiarato Emiliano – affinché non si semplificasse la vicenda Ilva. Ci siamo impegnati in uno studio approfondito sulle tecnologie innovative e sulla decarbonizzazione. Dopo essere stati irrisi, adesso il governo nazionale in carica approva la nostra linea, la sostiene e si accinge a chiedere all'Ue i finanziamenti e ha deciso di entrare nel capitale della fabbrica».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Progetto Udito

Notizie del giorno

Trani, dall'omicidio di Geppetto la scoperta di un grande giro internazionale di droga: quindici arresti fra Andria, Barletta, Capitanata e Albania Via la recinzione, San Magno si svela al completo: fra un mese la consacrazione del nuovo complesso parrocchiale di Trani A Trani un impianto di percolato ed una «piattaforma di trasferenza». Intesa avanzata fra Regione, Comune e Amiu Trani, gennaio porta dodici nuovi vigili: a capodanno i primi tre, ieri gli altri nove. Tutti assunti a tempo indeterminato Più scivoli, meno barriere: affidata a un'impresa di Trani la realizzazione dei nuovi raccordi pedonali per quasi 17.000 euro Sogno azzurro per il tranese Antonio Calefato: l'attaccante è stato convocato per le selezioni dell'Under 16 Trani 2020, domani la presentazione del candidato sindaco Tommaso Laurora Monsignor D'Ascenzo partito per il Brasile: incontrerà i due sacerdoti don Mario Pellegrino e don Savino Filannino Alla scuola Rocca-Bovio-Palumbo arriva la certificazione "Trinity music": il progetto sarà presentato lunedì prossimo Ritornano all'Impero i «Venerdì a teatro» a cura di Compagnia dei Teatranti e Comune di Trani: nuovo appuntamento oggi Cinema Impero, la programmazione della settimana Santo Graal, oggi omaggio ai Metallica La notte nazionale del Liceo classico: oggi al De Sanctis la suggestiva perfomance degli studenti La mafia in Puglia: oggi il convegno in biblioteca sull'evoluzione del fenomeno criminoso nella regione Parrocchia san Giovanni, oggi la messa con la benedizione degli animali Trani, Italia, Stati Uniti d'Europa: se ne parlerà domani in biblioteca comunale Polo Museale, domani la seconda conferenza della Bibliotheca Orientalis su Ludovico Quaroni Ritornano gli appuntamenti con "Scrittori nel tempo": domani a Luna di sabbia Fabio Bacà I dieci anni dalla riapertura di Palazzo Beltrani: domenica la cerimonia e il concerto jazz Domenica la celebrazione di San Sebastiano: dopo la messa, il comandante della polizia locale di Trani illustrerà l'attività svolta dal corpo Comunità Dono di Maria: domenica il convegno con don Antonio Mattattelli, esorcista della diocesi di Tricarico Festa di san Francesco di Sales, patrono dei giornalisti: venerdì prossimo la celebrazione nella parrocchia degli Angeli Custodi Do you speak English? Domenica 26 gennaio Arsensum organizza un incontro per conversare in inglese "Metti un libro a teatro", il 24 gennaio all'Impero l'omaggio a Giacomo Leopardi Teatro Mimesis, prosegue la stagione di prosa 2019/2020. Nuovo appuntamento il 24 gennaio Trani, al via la IV edizione di "Jazz & Dintorni": il primo appuntamento dell'anno è venerdì 31 gennaio con Nicky Nicolai e Stefano Di Battista Quintet Torna il festival don Bosco agli Angeli Custodi: il tema della XXI edizione è "Sorridere e cantare sempre" È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Prospettive» Caso villa Guastamacchia: oggi il centro riapre, ma l'Auser Trani intende lasciare lo stabile Riparazione strade di Trani, ripresi i lavori. Arriva l'asfalto sul tratto di via Malcangi incompleto da quasi un anno La fibra ottica lungo le condotte della pubblica illuminazione? Amet Trani ricerca aziende interessate ad installarla Agevolazioni Tari a Trani, domande entro il 28 febbraio. Tutte le info
PUBBLICITA' Progetto Udito