Trasferimento del mercato di Trani, Montaruli (Casambulanti): «Molti punti di debolezza e qualche leggerezza di troppo»

Il trasferimento del mercato di Trani, passata la lisciata di coda consumata tra polisindacato e contaminazioni parapolitiche, entra nel vivo e quando si entra nel vivo delle questioni tecniche, della rappresentanza reale della maggioranza assoluta degli operatori concessionari di posteggio e della Garanzia dei Diritti acquisiti allora ecco che tutto passa nell’ombra e sale sul palcoscenico il  Sindacato puro della Rappresentanza, non contaminato, non policolluso e non asservito.

Si fa sentire forte, fortissima la voce di UniBat e CasAmbulanti il cui Ufficio Amministrativo, tramite l’intervento del Direttore Savino Montaruli, ha dichiarato: “Passata la fase celebrativa esaltata dai Confsociati, ora si passa alle questioni serie e sostanziali. A parte il fatto che questo provvedimento di trasferimento del mercato settimanale di Trani, adottato con fortissimo, gravissimo e colpevole ritardo, oggi si inserisce in un contesto molto differente rispetto a quanto previsto dal Documento Strategico del Commercio approvato anch’esso con enorme ritardo solo nel 2018. Voglio ricordare - sottolinea Montaruli - che nel corso del nostro incontro ufficiale con l’Assessora ai Mercati, Marina Nenna, il 10 settembre scorso nella Sala Giunta del comune di Trani, dietro sua convocazione, ponemmo sul Tavolo anche la questione relativa alla situazione di pericolo in cui versava il mercato settimanale di via Superga.

La invitammo, altresì, ad accelerare il processo di trasferimento non avendo alcun motivo per continuare a tergiversare su una decisione tanto scontata quanto importante. Ricevemmo rassicurazioni. Da allora ad oggi però nulla di nulla se non ora l’emergenza causata dal Covid-19. Peccato che tutto il tempo inutilmente perduto non sia stato stigmatizzato da nessuna delle compiacenti ma questo, lo capiamo, fa parte del gioco, specie se i commensali sono anche soci della parte politica ma questa è storia nota, che non
aggiunge alcun Valore alla questione, anzi sminuisce soltanto la stessa lisciata di coda e forse causerebbe persino qualche conflitto d’interesse di troppo.

Passando alla sostanza delle cose, non avendo partecipato al Tavolo, essendone stati illegittimamente, ingiustamente e beceramente esclusi, in violazione delle indicazioni regionali, come riaffermato altresì dall’Assessore Cosimo Borraccino nel corso della videoconferenza ufficiale per la ripartenza dei mercati in tutta la Puglia, cui ho partecipato e dove non ho visto nessuno di quei privilegiati seduti al Tavolo tranese, non ci resta che l’esternazione pubblica per affermare che il tempo perso sta causando ulteriori danni ai concessionari di posteggio, ancora oggi privati del loro legittimo Diritto al Lavoro senza averne mai saputo la motivazione. Chissà se in caso di risarcimento danni i commensali compiacenti sarebbero disposti e disponibili a dividere anche le quote di rimborso agli aventi diritto. Detto questo ora il Sindaco di Trani, unico soggetto titolato direttamente alla gestione e responsabilità delle decisioni da assumere, unitamente al suo Dirigente di Settore che finora non abbiamo visto comparire ancora, almeno negli articoli di stampa diffusi mentre il suo ruolo, anche in questa vicenda, sarebbe fondamentale ed imprescindibile rispetto alle decisioni contestabili, deve provvedere a definire, sempre in concerto con il Dirigente che ne assumerà diretta responsabilità, le procedure da adottare, che riguardano, ad esempio, i tempi certi per la ripartenza, l’elaborazione delle graduatorie degli aventi diritto alla riassegnazione dei posteggi nella nuova area, le modalità di pubblicazione delle graduatorie e di riassegnazione, il rispetto del codice del commercio regionale e del relativo Regolamento di Esecuzione, la problematica relativa al settore indumenti usati, il riordino numerico sulla base della regolarità contributiva degli aventi diritto, eventuali soppressioni e revoche di posteggi, rideterminazione del numero dei posteggi oggi differente da quello incluso nel Documento Strategico del Commercio del 2018 e, non per ultima, la delicatissima questione che riguarda il Settore Alimentare ed Ortofrutta, con tutte le implicazioni che ne derivano. Tante gattine da pelare che qualcuno, a questo punto, dovrà pur pelare. Chissà chi lo farà” – ha concluso Montaruli.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Sinedi

Notizie del giorno

Trani, l'ex strettoia chiama e Villa Telesio risponde: nei prossimi giorni riapre anche il giardino, bonificato da Amiu Trani 2020, Palumbo presenterebbe la giunta solo dopo il voto. «E, se non sarò eletto, farò ugualmente il consigliere» «Ferrovia troppo vicina, corsia di emergenza insufficiente e periferia ingiustamente abbandonata»: Trani 2020, Laurora stronca il mercato in via Falcone Sly Trani, un’altra conferma: è ufficiale il rinnovo di Pietro Zotti. Raduno il 10 agosto al Comunale, ritiro dal 16 al 28 agosto a Campitello Matese Leo Ragno, il calciatore tipster che non sbaglia mai: con i suoi consigli per gli scommettitori Trani fa un figurone su Sportitalia È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Ruderi» Trani 2020, Palumbo contro i cambi di casacca: «Chi non vorrà più stare con noi vada a casa. E mi auguro che il vincolo di mandato diventi legge» Pini secolari a rischio schianto lungo i binari: Rfi ne taglia due all'uscita della stazione di Trani Beni condivisi: definita la convenzione tra comune e la Tommaso Assi per la gestione del campo incolto di via Tolomeo Mercato anche in via Borsellino, i comitati di zona si riuniscono e stilano una serie di proposte su viabilità, sicurezza, igiene e arredo urbano Provincia Bat: i sindacati chiedono la ripresa della rete del lavoro agricolo di qualità Trani, domani la riapertura di via Pozzo piano Piano emergenza caldo al via da domani al 31 agosto: tra i servizi, sorveglianza attiva delle persone sole Al Santo Graal continua la musica live: oggi sul palco la tribute band di Lucio Battisti "Il Mediterraneo e la sua luce", Athos Faccincani fino al 28 luglio all'infopoint turistico di piazza Trieste Trani religiosa, solennità della madonna del Carmine: il programma delle celebrazioni I lavori di ristrutturazione non fermano la biblioteca comunale di Trani: attività itineranti all'aperto e su Facebook "Benvenuti a Trani", venerdì prossimo i librai Enzo Covelli ed Elisa Mantoni presentano la guida turistica dedicata ai bambini Fondazione Seca, la corte del Polo Museale accoglie il dipinto del XIV secolo su san Nicola Pellegrino "San Nicola in Rime", al via il quarto concorso di poesia in vernacolo. Opere da inviare entro il 18 luglio PUBBLIREDAZIONALE: Bigmat Edidforniture presenta Bybrico: il fai da te non è mai stato così semplice Trani, si ottura la fogna a Pozzo piano: liquami, cattivo odore e disagi in corso Sturzo È successo ancora: bus incastrato a Trani centro e traffico in tilt già a prima mattina Trani 2020, il candidato sindaco Palumbo presenta la sua candidatura: «Ripartiamo dal rilancio economico, abbiamo una squadra di tecnici pronta al post-Covid» «Si vola», il sindaco di Trani incontra lo staff del primo tour operator fondato da Travel blogger Bollettino Coronavirus, oggi quattro casi in Puglia: tre in provincia di Lecce e uno nel barese Feste patronali, il vescovo spegne gli entusiasmi: «Non ci sono nuove disposizioni della Cei, al momento resta tutto com'è» Emergenza Covid-19, aiuti economici per le famiglie in difficoltà: per la nostra diocesi stanziati oltre 700mila euro Sentenza Savasta ed altri, il Foro di Trani: «Comportamenti illeciti di qualcuno, non si generalizzi sul Tribunale» Parità di genere nella legge elettorale regionale: la giunta approva lo schema del disegno di legge
PUBBLICITA' bybryco