Presentazione di Vito Branà a sindaco, Di Bari e Di Lernia sostengono la scelta del movimento: «Il suo valore aggiunto è la competenza e la passione»

Alla presentazione del candidato sindaco per le prossime elezioni comunali, Vito Branà, c'è stata anche Grazia Di Bari, consigliere regionale, che ha sottolineato quanto il M5stelle sia stato molto attivo sul territorio. La consigliera ha ricordato l'attività sulla discarica di Trani grazie alla quale si è giunto al risolutivo intervento della magistratura.

«Il valore aggiuntivo del candidato sindaco Vito Branà - spiega - è la competenza e la passione verso la città di Trani. L’unicità del 
movimento 5 stelle sta nel fatto che agisce spesso al di fuori delle istituzioni, incontrandosi e studiando le carte».

In tema regionali, al rifiuto dell’offerta da parte di Emiliano degli assessorati, Di Bari risponde che il movimento procederà su strada autonoma: «Non c'è la necessità di collaborare con il partito democratico, che ha distrutto la nostra Puglia».

La consigliera regionale conclude affermando che è soddisfatta del governo giallo-rosso, in quanto ha dato prova della sua efficienza durante il periodo emergenziale e ora con la ripresa economica si avranno grandi novità.

 

Giada Fiore

***

Anche Luisa Di Lernia, attuale consigliere comunale del Movimento 5 stelle fino al termine del mandato, è intervenuta in mattinata durante la presentazione della candidatura a sindaco di Vito Branà. Definendosi come “braccio destro” del movimento, ha ribadito la propria volontà di agire nel panorama politico tranese al fine di supportarne l’azione, privilegiando l’intervento e le proposte dei giovani. Ritiene, infatti, che il punto di forza del progetto presentato dal movimento stia proprio nelle loro energie e nella loro motivazione.

«Non facciamo liste perché ci portano voti - spiega - ci interessa il lavoro: dare supporto alla cittadinanza e dar voce a coloro che non ne hanno». In merito calo di popolarità del Movimento 5 stelle a livello nazionale in concomitanza con le elezioni amministrative tranesi, Luisa di Lernia afferma: «Siamo abituati ad alti e bassi, ma questo non ci impedisce di continuare. Non ci avvilisce più di tanto perché è il progetto del movimento ad essere forte. Non abbiamo bisogno di tifosi, abbiamo bisogno di gente che voglia dare il proprio supporto. Facciamo appello a quelle forze che vogliono davvero il cambiamento».

Fa inoltre chiarezza a proposito delle dinamiche del movimento, evidenziando la necessità di operare nell’interesse della collettività e ricordando come in precedenza abbia allontanato coloro che erano mossi da interessi personali. Infine torna a parlare della propria esperienza politica nell’ultimo quinquennio, ricordando le difficoltà riscontrate a inizio mandato: «Siamo entrati in un ambiente che proveniva da problemi giudiziari legati precedente sindaco e di sesto finanziario – spiega - I problemi erano molti e dovevamo dunque cercare di indirizzare l’amministrazione, che aveva vinto legittimamente, ad individuare delle priorità nel proprio programma».

Priorità che tuttavia si sono rivelate differenti nel corso del quinquennio, come avvenuto nel 2016 in seguito al confronto con l’ex assessore Capone in merito al fondaco di piazza Longobardi, ritenuto a rischio crollo: «Se ci avessero dato ascolto e si fosse data maggior priorità alla risoluzione di quella problematica forse oggi avremmo ancora libero accesso a piazza Longobardi e a Via Ognissanti». Conclude dunque con rammarico questa consiliatura, dispiaciuta di non aver ricevuto ascolto in merito alla questione.

 

Chiara Musicco

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

Trani soccorso in uno stabile di via Almirante: per penetrare in casa serve l'autoscala dei vigili del fuoco La Puglia, benessere contagioso: undici città, tra cui Trani, nello spot di "Music platform" Bob Sinclair stregato dai "Dual Beat": l'etichetta del dj francese pubblica un brano del tranese Roberto Lopez e del barese Antony Fennel Al Santo Graal torna la musica live: tanti eventi già da questo mese. Si comincia venerdì 10 con l'omaggio a Lucio Dalla Sly Trani, il nuovo innesto è in difesa: confermato il centrale spagnolo Miguel Altares Elezioni 2020, Maria Grazia Cinquepalmi annuncia la sua candidatura alle regionali con "Italia in comune" Regionali 2020: da Trani corrono anche Santorsola, Ferrante e Lima. E i candidati sindaco resteranno cinque Nenna (La Trani che vogliamo): «Non è con i proclami che si raggiungono le mete» Costruire il futuro, la Fortitudo presenta la sua nuova casa in contrada Fontanelle. Il presidente Basile: «È un investimento per tutti» Palazzo Beltrani, continua "Jazz a corte": prossimo appuntamento oggii con un un omaggio al dixieland Teatro dei burattini in piazza della Repubblica, oggi gli ultimi appuntamenti "Benvenuti a Trani", il 17 luglio i librai Enzo Covelli ed Elisa Mantoni presentano la guida turistica dedicata ai bambini Fondazione Seca, la corte del Polo Museale accoglie il dipinto del XIV secolo su san Nicola Pellegrino I lavori di ristrutturazione non fermano la biblioteca comunale di Trani: attività itineranti all'aperto e su Facebook Legambiente Trani, al via il progetto "Mare d'inverno" sulla tutela del mare e dell'ambiente: si comincia il 30 giugno "San Nicola in Rime", al via il quarto concorso di poesia in vernacolo. Opere da inviare entro il 18 luglio È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Arriva» Bollettino Coronavirus, ancora tre contagi in Puglia: uno è nella nostra provincia Transazione con «sconto» al ristorante, gli indagati della Procura di Trani diventano nove Transazione con «sconto» al ristorante, il legale della società: «Strana discrasia negli atti degli Uffici giudiziari di Trani» Trani, scarico abusivo in mare da villa privata: multa da 60mila euro e segnalazione all'Autorità per il responsabile Amiu Trani, approvato il bilancio 2019: utile di 125mila euro, massima soddisfazione di Bottaro e Nacci Aree incolte a rischio incendio, i cittadini lamentano alcune bonifiche non effettuate: «Rischio incendi di terreni sia in zona nord che in zona sud» Asl Bat, accesso controllato dei visitatori alle strutture ospedaliere e territoriali Trani è la città della Bat dove si scommette di più: nel 2019 spesi 23 milioni, giocati 105 e vinti 82. Videolottery e slot machine i sistemi maggiormente usati Stazione ferroviaria, sopralluogo per il recupero del primo tronco dei binari. Allo studio un percorso ciclabile e pedonale Trani, riparato il telefono pubblico del corso e Tim conferma: «Era stato vandalizzatato» Trani, presentato il garante dei detenuti. Elisabetta De Robertis: «Sarà importante l'azione sinergica con il territorio»
PUBBLICITA' Incos