Mons. D'Ascenzo domani sarà vescovo: «La Chiesa ha il dovere di dare una speranza concreta ai giovani. Trani? Vi porto già nel cuore»

«La Chiesa non dà posti di lavoro, ma è un nostro dovere educativo, nei confronti dei giovani, essere loro vicini, accompagnarli, dare loro sicurezza con riferimento al futuro e, soprattutto, al lavoro».


Così Monsignor Leonardo D'Ascenzo, alla vigilia dell'ordinazione episcopale che avrà luogo domani, domenica 14 gennaio, alle 16, nel palasport Bandinelli, a Velletri. Lì, fra poche ore, don Leonardo diventerà ufficialmente vescovo, in vista dell'ingresso nell'arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie e Nazareth, per la quale è stato nominato arcivescovo lo scorso 4 novembre.


Le dichiarazioni sono contenute in una video intervista realizzata da Costantino Coros, direttore dell'Ufficio comunicazioni sociali della diocesi di Velletri, intorno a stato d'animo e progetti del neo presule della comunità cattolica diocesana alla vigilia del doppio appuntamento che cambierà la sua vita ma non, sostanzialmente, il suo ministero sacerdotale. Una missione finora compiuta nel Lazio, la sua regione nativa, e sviluppatasi soprattutto come rettore di uno dei più importanti seminari del centro Italia, vale a dire quello di Anagni.


«I giovani - riprende mons. D'Ascenzo - hanno il diritto di essere di essere accompagnati. Certo, come Chiesa noi non possiamo garantire loro un posto di lavoro o chissà quale futuro da un punto di vista lavorativo, ma abbiamo il dovere di accompagnarli affinché assumano un atteggiamento, nei confronti del loro futuro di vita, che sia positivo. Il futuro, concretamente, nessuno lo conosce, però dobbiamo educare i giovani perché vivere con una speranza bella il loro futuro fra due certezze: la prima è la presenza di Dio - spiega l'arcivescovo di Trani -, benedicente nei riguardi nostri e dei giovani; la seconda certezza la compagnia della Madre di Dio, che abbiamo celebrato a capodanno e intercede per noi».


Ma come si prepara, don Leonardo, a trascorrere le ultime due settimane nel Lazio prima dell'ingresso a Trani? «Nella maniera più ordinaria possibile - è la sua risposta -. Porto avanti i miei impegni in seminario e poi qualche altra piccola mansione in diocesi. Sto cercando di vivere questi giorni soprattutto come tempo di affidamento al Signore, e quello che sento di dire alle persone della diocesi di Trani è che ecco le porto tutti nel cuore perché, da quello che mi arriva, sento che anche loro mi hanno lasciato spazio nel loro cuore e nella loro preghiera. Quindi, un rapporto vicendevole di attenzione ed accompagnamento nella preghiera. Poi - conclude -, quando starò lì con loro, vedremo quello che ci aspetta e, insieme con loro, di comprendere soprattutto quello che il Signore porta in cuore per l'intera diocesi».


Tornando ai giovani, molti parlano dello stesso don Leonardo, 56enne, quale «vescovo giovane». Lui sorride e, un po' ci scherza su: «Nella Chiesa abbiamo, probabilmente, un modo di valutare l'età che dovrebbe essere un pochino ricalibrato, perché 56 anni di vita non è che siano proprio così pochi. In 56 anni una persona ha già vissuto una certa esperienza, per cui da un lato mi sta bene essere considerato un vescovo giovane, dall'altra l'età ed il tempo passano comunque velocemente».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Avicola Colangelo

Notizie del giorno

Quasi tre anni di Bottaro a Trani, il bilancio di Anna Barresi: «Una città governata nella più totale improvvisazione» Trani, addio alberi: tagliato anche quello fra corso de Gasperi e via Bonomo Trani, la sicurezza prima di tutto: in via Bari, oggi, ci sono 20 «non alberi». Di Gregorio: «Due progetti per sostituirli e, sul verde, ci stiamo prodigando» Il Capo della Polizia rende omaggio ad Alfredo Albanese: domani, a Trani, giornata per la legalità Arriva il vescovo a Trani, sabato le scuole chiuderanno alle 11 Misure innovative per il risparmio idrico: in Puglia sette progetti per un totale di quasi 5 milioni di euro Adriatica Trani, oggi quarti di finale di Coppa Puglia contro Castellaneta Trani Marathon, domenica 4 febbraio 5a edizione del "Cross di Trani - Memorial Mauro De Feudis" Judo Trani, un primo e un terzo posto nella "Puglia Star" a Taranto "Il violino di Auschwitz", al Polo museale proseguono le manifestazioni per la Giornata della memoria Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Venerdì al Santo Graal di Trani Hard as a rock, Ac/Dc tribute band I giornalisti festeggiano il loro patrono, san Francesco di Sales: oggi, santa messa a Trani Oggi a Trani raccolta firma per la presentazione delle liste di "Potere al popolo" Alla parrocchia san Giuseppe, a Trani, proseguono i festeggiamenti in onore di san Ciro: il programma completo “Fino alla fine, biotestamento e autodeterminazione”: venerdì nella biblioteca di Trani quinto appuntamento di “Conoscere per cambiare” Venerdì a Trani presentazione del libro "E la chiamano estate" “Chiedilo al notaio”, prossimo appuntamento al Comune di Trani il 1mo febbraio. Prenotazioni fino a venerdì prossimo Giornata della memoria, a Palazzo Beltrani sabato e domenica "Binario 21" Castello di Trani, sabato "Scienza e giustizia non conoscono le barriere": prenotazioni fino a domani Sereno variabile a Trani: la puntata andrà in onda sabato prossimo, alle 17.05, su Rai2 Domenica a Trani Flavia Piccinni, autrice del libro-inchiesta "Bellissime" Arsensum di Trani, prosegue la stagione concertistica. Domenica prossima, serata dedicata a Piazzolla Palazzo Beltrani, la collettiva di arte contemporanea “Artis gratia” prolungata fino a domenica prossima Stagione teatrale di Trani, martedì prossimo "Uno nessuno centomila" con Enrico Lo Verso Finalissima di Coppa Italia regionale: Trani-Fasano il 1mo febbraio a Monopoli Ritorna il Giornale di Trani e Radio Bombo ne compie 40: sarà un 2018 di storia, rinnovato impegno e testimonianze "Jazz e dintorni" all'Impero di Trani: venerdì 16 febbraio, Matteo Brancaleoni Trani, iniziate le riprese di "Un nemico che ti vuole bene", con Diego Abatantuono Comune di Trani fuori dal San Paolo, il dirigente del De Amicis: «Adesso diteci dove portare 234 bambini, perché non lo avete scritto da alcuna parte» Polizia locale, intensificate sul territorio di Trani le attività di controllo sul conferimento dei rifiuti Trani e gli incivili dei rifiuti: in piazza Cittadella, nel cassonetto, ci finisce anche il televisore Un defibrillatore ogni mille abitanti, volontari formati per usarlo: firmato il protocollo del progetto “Trani città cardioprotetta” Trani, dopo quarant'anni nuovi cordoli sul lungomare Chiarelli. E, nelle aiuole, tante «case» per gatti Bonifiche ambientali, la soddisfazione di Sinistra Italiana Trani Caffarella, presidente Confesercenti Barletta-Andria-Trani, al premio “Imprese nella storia” consegnato a Montecitorio
PUBBLICITA' Le Lampare